Giovedì 23 Febbraio 2017Ultimo aggiornamento: 22/02/2017 - 21:25

Val Sangone

Vera Vigevani, testimone di due tragedie del Novecento, al "Pascal "di Giaveno

 Gli studenti del liceo "PAscal" di Giaveno, domani, martedì 14, incontreranno un'ospite di eccezione: Vera  Vigevani, testimone di due tra le  più drammatiche tragedie del Novecento.  La donna, oggi novantenne, giornalista Ansa per 40 anni, è stata invitata a raccontare  quanto le è successo: dopo l’approvazione delle leggi razziali in Italia la sua famiglia, ebrea, si trasferì in Argentina. Il nonno che era rimasto morì ad Auschwitz. Purtroppo la sua vita doveva vedere un’altra tragedia: l’unica figlia Franca Jarach, classe 1957, scomparve il 25 giugno 1976 e non fu mai più ritrovata.

Coazze: si frattura una gamba a Pian Neiretto, bimbo di 8 anni in elisoccorso all'ospedale
Intorno alle 12 di oggi la stazione del Soccorso Alpino Valsangone è intervenuta presso la stazione sciistica di Pian Neiretto nel comune di Coazze, dove i volontari  svolgono il servizio di assistenza piste, per soccorrere un bambino di otto anni che si è probabilmente fratturato tibia e perone cadendo sugli sci. Il ragazzino è stato stabilizzato sul posto, caricato sul taboga e portato dagli uomini del Sasp fino al piazzale dove è giunta l'ambulanza medicalizzata della Croce rossa.
Il tecnico del Soccorso Alpino di Giaveno all'hotel Rigopiano: «Oggi scendiamo in profondità»

«Questa mattina tentiamo di scendere ancora più giù, nella parte più sotterranea sotto le macerie dell'hotel», a dirlo questa mattina è stato Luca Giaj Arcota, il tecnico di Giaveno e presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Piemonte Il tentativo , delicatissimo - i volontari devono farsi strada in una situazione estrema e precaria - è quello di poter estrerre ancora persone vive.

Da Giaveno altri volontari e raccolta materiale per il centro Italia

Giaveno in prima linea nei soccorsi in centro Italia. Oltre al volontario del Soccorso alpino che sta scavando proprio sotto l'hotel Rigopiano, c'è un altro giavanese nelle zone colpite da terremoto e ondata di neve straordinaria: è  un volontario del gruppo Vab Piemonte, che con due Guardiafuochi della sezione di Torino sono all’opera in centro Italia. Partiti la sera del 18 gennaio sono in località Acquacanina, frazione del comune di Fiastra, in provincia di Macerata.

Tre volontari del Soccorso Alpino Val Susa e Val Sangone stanno scavando all'Hotel Rigopiano per estrarre i superstiti

Tre volontari del Soccorso Alpino Val Susa e Sangone stanno scavando, insieme ad altri soccorritori, sotto l'Hotel Rigopiano, a Farindola, per estrarre vive le persone rimasto sotto la struttura crollata e metri di neve ghiacciata. Tra loro, anche Luca Giaj Arcota, di Giaveno, che dal luogo del disastro comunica tutta la sua ansia: «Sono momenti delicatissimi, ci sono persone vive, dobbiamo lavorare per tirarle fuori». Fino a questo momento dovrebbero essere otto le persone con cui i soccorritori stanno mantenendo un contatto.

Giaveno: sparatoria all'Aquila, morto il motociclista colpito da un proiettile

Dopo la sparatoria di giovedì sera all'Aquila di Giaveno, si aggrava la posizione dell’ex assessore e imprenditore Claudio Romano, del figlio Eric e del nipote, Manuel Morisciano. Alessandro Gino, il biker 47enne di Villar Focchiardo colpito alla testa da un proiettile, è cerebralmente morto, oggi pomeriggio in ospedale. I medici del Cto lo terranno in osservazione alcune ore prima di dichiararne la morte clinica. I tre giavenesi erano fuggiti dopo la rissa culminata in tragedia ma i carabinieri della Compagnia di Rivoli li avevano rintracciati presso le loro abitazioni.

Giaveno: sparatoria all'Aquila, tre arrestati per tentato omicidio

Dopo la sparatoria di ieri sera sull'Alpe Colombino, nella notte i Carabinieri della Compagnia di Rivoli, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Torino, hanno fermato a Giaveno tre persone, rispettivamente padre, figlio e nipote, nei cui confronti sono stati acquisiti gravi e convergenti elementi di responsabilità per aver ferito due persone a l'Aquila.

Giaveno: sparatoria in montagna nel parcheggio dell'hotel, un uomo colpito alla fronte

Ieri sera, intorno alle 22.45, nel parcheggio dell’hotel ristorante Aquila di Giaveno, in via Alpe Colombino, per cause in corso di accertamento è nata una lite tra due gruppi di persone. Un diverbio che, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, è rapidamente degenerato. Tre persone, a bordo di due autovetture, prima hanno investito un uomo di 41 anni di San Giusto Canavese, procurandogli alcune lesioni alle gambe per le quali è tuttora ricoverato all’ospedale di Rivoli in codice giallo.

Giaveno: con lo slittino contro un palo a l'Aquila, 31enne si rompe una gamba

Intorno alle 12 una squadra della stazione Sasp Valsangone è intervenuta in supporto all'eliambulanza presso l'Alpe Colombino, all'Aquila di Giaveno. Un uomo di 34 anni, scendendo con lo slittino in un prato ghiacciato, ha urtato un palo di recinzione provocandosi una frattura esposta ad una gamba. L'equipe medica ha stabilizzato il paziente sul posto e gli uomini del Soccorso Alpino lo hanno trasportato con barella spinale fino all'elicottero atterrato poco distante.

Capodanno a Pinerolo e dintorni: palloncini luminosi, cenoni e musica

Non sapete ancora come trascorrerete il Capodanno? Ecco qualche idea sul territorio del Pinerolese.

Pagine