Martedì 21 Ottobre 2014Ultimo aggiornamento: 20/10/2014 - 18:26

Cronaca

L'inchiesta è partita da Chieri, ma si è estesa fino alla cintura di Torino. Tre gli arresti e dieci le denunce per persone che, a vario titolo, facevano parte di una rete di spaccio di droga, che serviva i minori. Sono coinvolti una vinovese - M.C., disoccupata 21enne - e tre nichelinesi: R.S. e A.S, entrambi 23enni, e il commerciante 24enne Alessio Massimo Solerti, che è finito in manette (ulteriori approfondimenti sull'edizione in edicola mercoledì 22).

Stamattina, alle 7, vigili e Carabinieri si sono presentati in via Santhià, lungo il Sangone. Hanno fatto delle verifiche sugli abitanti delle capanne abusive - tre sono stati portati in caserma per l'identificazione. Quella zona è diventata una discarica a cielo aperto e il Comune sta, da tempo, incontrando i residenti, che si lamentano del degrado, per trovare una soluzione. Le forze dell'ordine lo accompagneranno in questo percorso, indagando sul continuo abbandono di rifiuti.

Sono stabili ma ancora molto gravi le condizioni della bambina di un anno e tre mesi investita ieri pomeriggio a Sanfront dal muletto elevatore guidato dal padre nel cortile del cascinale di famiglia, in via Gianotti. La bimba, H.K., cittadina italiana nata da genitori marocchini,  ha riportato numerosi traumi in varie parti del corpo e sta ora lottando per sopravvivere nel reparto di Rianimazione dell'ospedale pediatrico torinese, dove è stata portata ieri con l'elicottero del 118.

Non ci sono complicazioni per il quindicenne gravemente lesionato giovedì durante un allenamento in palestra a Cantalupa. La prognosi non è ancora stata sciolta dai medici dell'ospedale Agnelli di Pinerolo, in attesa di verificare il decorso post operatorio, che comunque è definito normale. Il sindaco di Cantalupa Giustino Bello ha appreso la notizia leggendo il lancio del sito de "L'eco del Chisone" e non nasconde il suo disappunto per non essere stato informato dell'accaduto. La palestra in cui è avvenuto l'incidente è infatti all'interno del complesso della Scuola regionale dello Sport, di proprietà del Comune.

«La nostra città non può e non deve mancare di dare il proprio sostegno a una giornata così importante di mobilitazione pacifista e per la pace. E’ sotto gli occhi di tutti il dilagare di guerre in aree sempre più vaste. E le prime vittime sono i bambini. Una scia di sangue che dilania le coscienze civili e il nostro senso di umanità e di empatia. Ma il grido di tutti noi, insieme per la pace e la speranza, può fare la differenza. Non possiamo stare a guardare».

Quello che nelle intenzioni doveva essere un semplice scherzo tra amici, si è rivelato invece un gesto incosciente, con conseguenze purtroppo gravi. Un quindicenne è stato infatti operato d'urgenza ieri notte nell'ospedale Civile "Agnelli" di Pinerolo per le lesioni subite alla parte finale dell'intestino nel corso di un allenamento sportivo eseguito nel tardo pomeriggio in una palestra del Pinerolese. Il ragazzo stava eseguendo lo squat, un esercizio utile per rinforzare i muscoli delle gambe, che consiste nell'accosciarsi flettendo le ginocchia.

Un parcheggio sbagliato nella maggior parte dei casi può al massimo procurare un'ammaccatura. Questa manovra errata è costata qualcosa di più all'automobilista di Cavour, una donna di 74 anni, che poco fa si è spinta troppo avanti con la sua Ford Ka sullla sponda del Lemina ed è scivolta con tutta la macchina nel greto del torrente, nella zona dell'ospedale Civile "Angelli" di Pinerolo. Per fortuna al momento del soccorso era cosciente non sembra aver subito gravi conseguenze

Dopo l'incidente dell'altra settimana - quando un pullman diretto al deposito ha provocato un incidente a causa del malfunzionamento dei freni alla rotatoria per Riva - un nuovo guasto ha fermato poco fa un bus di linea Sadem, sempre a Pinerolo in corso Torino, ma questa volta all'altezza di Piazza Cavour. Per fortuna nessun incidente, ma i passeggeri hanno dovuto scendere dal mezzo in panne e in questo momento sono al lavoro i tecnici per valutare il guasto.

I carabinieri di Piossasco hanno denunciato in stato di libertà M.B., 38 anni residente in città, per furto. L’uomo è entrato nel cortile condominiali di via Torino e ha provato a rubare la macchina di un condomino. Si è accorto subito dopo che non vi erano varchi “aperti” ma solo un passo carraio chiuso. M.B. ha deciso così di sfondare il cancello e fuggire con l’auto. Alcuni testimoni hanno notato l’uomo aggirarsi in macchina cortile e hanno chiamato il 112 dei carabinieri. Una pattuglia della stazione ha bloccato il ladro subito dopo aver cercato di sfondare il cancello.

Stamattina verso le 8,10 un cassonetto Acea per la raccolta della carta ha preso fuoco a Pinerolo in via Duca D'Aosta, vicino alla scuola elementare Nino Costa, nella zona dell'Immacolata. A chiamare i Vigili del fuoco tempestivamente, una mamma che ha visto il fumo portando il figlio a scuole. Il principio d'incendio è stato spento subito, prima che potesse propagarsi al resto dell'ecoisola.

Pagine