Giovedì 24 Aprile 2014Ultimo aggiornamento: 23/04/2014 - 22:47

Cronaca

Un operaio di 53 anni è stato ricoverato stamattina nel reparto di Psichiatria dell'ospedale Agnelli di Pinerolo dopo aver ferito se stesso e la moglie con un coltello. Un vero e proprio raptus, secondo i Carabinieri che sono intervenuti nell'appartamento in centro a Pinerolo, nella zona di piazza Banfi, per il trattamento sanitario obbligatorio e per accertare la dinamica dei fatti. L'uomo avrebbe prima tentato di togliersi la vita, ferendosi all'altezza dell'addome con la piccola lama, lunga circa quattro dita.

Traffico bloccato diversi minuti ieri pomeriggio sulla rotatoria della Palazzina di caccia di Stupinigi. Erano circa le 14,45 , quando, poco prima dello svincolo per Vinovo, una donna ha perso il controllo della sua Fiat Multipla (nella foto di Bussolino) e ha fatto testacoda. Sul posto sono intervenute due autoambulanze e tre mezzi dei vigili del fuoco. La polizia municipale di Nichelino ha chiuso la strada per permettere i soccorsi. La conducente è stata portata al Cto di Torino, ma è stata dimessa in poco tempo, perché fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze.

Si chiama Nicola Giordano l'uomo di 58 anni residente in Belgio arrestato a S. Secondo dai Carabinieri di Pinerolo. Era ricercato dal 2 aprile scorso, quando era sfuggito al blitz contro il narcotraffico. È accusato di associazione a delinquere finalizzato al traffico internazionale di droga, in particolare «ingenti quantitativi» di hashish e cocaina.

I Carabinieri hanno arrestato a S. Secondo un uomo ricercato dopo essere sfuggito a un blitz del Reparto operativo di Napoli a inizio marzo. Le manette sono scattate per N.G., 58 anni, accusato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Aveva radici anche nel Pinerolese l'attività criminale di un'estesa organizzazione che operava tra Piemonte, Liguria e Toscana. Rapine, sequestri di persona, grandi carichi rubati dai tir e rivenduti nei mercati o da commercianti locali. Nove le persone arrestate dalla Polizia con diversi capi d'imputazione, tra cui due commercianti di Cumiana (V.C. e P.C.), un vinovese (C.C.) e un piossaschese (V.T.).

Dopo sei mesi di indagini i carabinieri di Vigone hanno denunciato sei persone di origine romena, sospettate di essere il team di ricettatori di telefoni e altra merce rubata il 29 ottobre dell’anno scorso al centro commerciale Pampiù di Vigone. La banda che eseguì materialmente il furto spaccò l'ingresso secondario con una mazza di ferro e in soli quattro  minuti rubò decine di telefoni cellulari e computer per un valore che superava i 28mila euro.

Scontro tra un'automobile e un motociclo attorno all'una e mezza in via Saluzzo, a Pinerolo, al semaforo di corso Piave. Una Fiat Panda, per cause in via di accertamento, si è scontrata con uno scooter giallo. La conducente è stata soccorsa e trasportata in ambulanza all'ospedale di Pinerolo. I Carabinieri e la Polizia municipale sono intervenuti per gli accertamenti e per regolare il traffico nell'importante arteria cittadina.

I carabinieri della Compagnia di Moncalieri sabato sera hanno arrestato i gestori di una sala giochi per detenzione ai fini di spaccio di droga.  Al termine di una perquisizione all’interno del locale di Nichelino, i militari hanno sequestrato 65 grammi di cocaina, suddivisi in un involucro da 50 grammi, uno da 11 grammi e uno da 4 grammi, un bilancino di precisione, 210 euro in contanti e una cartuccia inesplosa calibro 357 magnum.

Maxi sequestro di marijuana a Pinerolo in pieno centro. Oltre cento piantine tutte coltivate all'interno di un appartamento di via Cravero. I Carabinieri la hanno trovate sabato al termine di un periodo d'indagine e hanno arrestato la coppia ritenuta responsabile di coltivazione ai fini dello spaccio. Si tratta di una donna di vent'anni, I.Q., e un uomo di quarant'anni di origine cubana, H.P.H., entrambi incensurati. In casa c'erano anche bilancini di precisione, una lampada a ultravioletti e oltre due etti di marijuana essiccati.

Sono in corso da ieri a Bibiana le complicate ricerche per ritrovare un uomo di 64 anni, Maurizio Rigoli, scomparso ormai da quasi due settimane. Per l'ultima volta, infatti, sarebbe stato visto il 31 marzo. Da allora nessuno sembra più avere sue notizie. La macchina delle ricerche si è messa in moto soltanto ieri dopo la denuncia ai Carabinieri da parte del fratello. Sono impegnati sul campo i Vigili del fuoco con due squadre da Luserna e una da Pinerolo, il Soccorso alpino e personale della Protezione civile.

Pagine