Martedì 30 Giugno 2015Ultimo aggiornamento 15:48

Cronaca

Un cittadino rumeno già gravato da precedenti e dall'intimazione di lasciare il territorio nazionale è stato arrestato per aver provato a rubare 73 euro di merce al Basko di S. Secondo e si trova ora ai domiciliari a None a casa del fratello. Per sua sfortuna i proprietari del supermercato lo hanno sorpreso e tra i clienti intenti a fare la spesa c'era anche un brigadiere della Radiomobile in borghese, che lo ha bloccato.

Tentati furti a Pinerolo: arrestato dai Carabinieri due volte in pochi giorni

Il pinerolese Enrico Nocerino, 49 anni, era stato arrestato giovedì sera dai Carabinieri di Pinerolo dopo che i proprietari di un appartamento in via Caprilli lo avevano sorpreso in casa mentre tentava un furto. Inseguito fino all'arrivo dei militari, l'uomo era stato fermato in strada. Ma dopo due giorni in carcere alle Vallette è stato rimesso in libertà con obbligo di firma, e i Carabinieri lo hanno di nuovo arrestato ieri notte mentre tentava di scassinare la portiera di un'automobile. Questa volta è ai domiciliari in attesa di un nuovo giudizio direttissimo.

Sta meglio il giovane arrampicatore di Cumiana travolto da un masso a Roure

La Tac non ha evidenziato complicazioni, quindi si può ritenere fuori pericolo il cumianese di 16 anni colpito alla testa ieri verso mezzogiorno mentre arrampicava insieme al padre e a un amico nel vallone di Bourcet, nel territitorio del Comune di Roure. Soccorso dai volontari del Soccorso alpino con l'aiuto dell'elicottero del 118, è stato portato in ospedale a Pinerolo con un forte trauma cranico. Per fortuna quando la pietra lo ha colpito era protetto dal casco, che gli ha evitato ferite.

Dramma della depressione, questa notte intorno alle 3 in via Fabio Filzi: Domenico L., 66enne, pensionato, ha deciso di farla finita buttandosi dal balcone della palazzina dove viveva da solo in un alloggio al secondo piano. Soffriva di manie di persecuzione e da tempo era seguito dai servizi di salute mentale di Orbassano. E' salito su una sedia e si è gettato nel vuoto dalla porta finestra della camera da letto. A rinvenire il cadavere sulla strada, intorno alle 4 di mattina, un vicino di casa che rientrava dal lavoro.

Tenta un furto a Pinerolo, i proprietari lo sorprendono in casa: arrestato

Si era intrufolato in un appartamento in via Caprilli, ma i proprietari, rientrando verso le 19, lo hanno sospreso e hanno chiamato i carabinieri. L'intruso non ha preso niente e si è dato alla fuga, inseguito dal padrone di casa anche fuori dal condominio, fino a quando la pattuglia del 112 li ha raggiunti per strada e ha fermato il pinerolese Enrico Nocerino. Tratto in arresto, l'uomo è stato portato in carcere al "Lorusso e Cutugno" di Torino.

Strada allagata a Pinerolo, automobile sbanda e finisce contro un muro

I sanitari del 118 accorsi con due ambulanze stanno prestando soccorso in questo momento alle quattro persone che viaggiavano sulla Fiat 600 (e non una Panda come erroneamente segnalato in precedenza) finita contro un muro in stradale Baudenasca, poco lontano dalla chiesa di S. Luigi. La conducente ha perso il controllo dell'utilitaria ed è finita contro la parete in pietre e cemento che recinta una proprietà. Dal cancelletto si vede una grande quantità d'acqua defluire sulla strada.

Rapinò le Poste di Roletto: pinerolese arrestato dai Carabinieri

Doveva scontare ancora la pena di un anno e mezzo di reclusione per una rapina alle Poste di Roletto commessa il primo dicembre 2012. Ma al momento della sentenza definitiva non si era fatto trovare. I Carabinieri dell'Aliquota radiomobile di Pinerolo lo hanno identificato stamattina in città e lo hanno portato nel carcere "Lorusso e Cutugno" delle Vallette di Torino. Si tratta del disoccupato pinerolese Lazzaro Cocomazzi, classe 1962.

La casa viaggiante sequestrata diventerà dimora per le donne vittime di violenza

I Carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori hanno sequestrato una roulotte nuovissima, appartenente a due sinti del campo nomadi di corso Unione sovietica 255, e un autocarro Iveco, adibito a casa viaggiante di venti metri intestato a un 54enne residente a Piobesi. I due proprietari dei mezzi sono stati inoltre denunciati per trasferimento fraudolento di valori. Il sequestro preventivo è scaturito da accertamenti patrimoniali svolti dai Carabinieri che hanno appurato che i veicoli, per interposta persona fisica, risultano nella disponibilità di un nomade pregiudicato.

Villafranca: è in corso il recupero dell'uomo trovato morto nel torrente

Sono ancora in corso le operazioni di recupero dell'uomo trovato senza vita nel tardo pomeriggio nel centro del torrente pellice, in un punto in cui l'acqua non supera i venti centimetri. I Carabinieri e il medico legale hanno atteso l'arrivo dei vigili del fuoco per spostare il corpo. Secondo i primi accertamenti l'uomo, torinese di 65 anni, potrebbe essere morto per un malore mentre si bagnava nel torrente.

Villafranca: ritrovato cadavere sulla riva del Pellice in frazione Mottura

Il corpo senza vita di un uomo di circa 65 anni è stato trovato poco fa sulla riva del torrente Pellice in località Mottura, a Villafranca. Sul posto, i soccorritori del 118, che purtroppo hanno solo potuto constatarne il decesso. I Carabinieri stanno ora identificando il corpo e ricostruendo l'accaduto. Secondo i primissimi riscontri non ci sarebbero particolari segnali che facciano sospettare un atto violento, ma è presto per qualsiasi conclusione.

Pagine