Domenica 23 Novembre 2014Ultimo aggiornamento 19:10

Attualità

Io penso che le esplosioni di violenza nel calcio siano dovute all’invidia, alla rivalità e alla discriminazione.
Anche i giocatori parlano di “fare rissa” perciò a loro dico di giocare e basta, in fondo il calcio è stato trasformato in un lavoro da persone a cui importa più dei soldi che dell’amore per lo sport. Secondo me le persone che amano di più il calcio sono i bambini che stanno ore e ore a tirare calci a quel pallone da soli, senza stancarsi mai.

Nel passato, l'arte dell'intreccio non era una vera e propria attività artigianale in quanto era un’abilità comune a molti contadini  che la apprendevano nell’adolescenza in un ambito strettamente familiare. Non era quindi un vero e proprio mestiere ma un’attività a cui si dedicavano i contadini nei momenti di pausa e di riposo. Durante tutte le fasi di lavorazione il cestaio usa soltanto le  mani  per ottenere la forma desiderata. Si avvale di pochi  attrezzi: un coltello, un punteruolo, un falcetto.

La poesia la maestra ci ha detto di fare / ma io non so cosa inventare. / I giorni passano lenti e felici / e qualche volta faccio due chiacchiere con gli amici. / Al mare e in montagna son già stato, / e al sole mi sono abbronzato. / Il giro della Rocca alla sera faccio / con un bel gelato al pistacchio. / E a Estate ragazzi sono andato / e a settembre a scuola son tornato.

Danilo Chiappero
5ªA primaria Cavour

Al mio grande eroe Marchisio / che non assomiglia per niente a Claudio Bisio, / faccio i migliori complimenti / perché grazie ai suoi allenamenti / il pallone in campo fa tanto girare / e Allegri con lui può sognare. / Quando lo guardo in partita / non sono mai infastidita, / nessuno mi può disturbare / perché insieme a Marchisio voglio sognare! / Per me vederlo giocare / è la cosa più bella che per ora posso fare; / non smetterò mai di credere / che un giorno, non in sogno, lo potrò vedere; / e magari con lui la foto scatterò / e sulla parete la incollerò!

Ci si può sentire spesso come il Piccolo Principe, ma solitamente non mi arrabbio spesso, perché penso che anche noi bambini spesso non capiamo gli adulti. Mi capita parecchie volte di sentirmi come il Piccolo Principe per esempio quando racconto barzellette a mio papà.

In una spaventosa sera di luna piena, proprio quella di Halloween, due ragazzi andavano in giro a fare "dolcetto o scherzetto". All'improvviso notarono che un fantasma e una strega li stavano seguendo di nascosto, ma non diedero loro retta e continuarono a girovagare per il paese. Dopo essere andati a zonzo per due ore, decisero di tornare a casa, inventandosi una scorciatoia che tagliava in mezzo ai boschi. Senza saperlo, passarono nel villaggio dei fantasmi e delle streghe: per costoro è una pena di morte passare nel loro territorio.

Che data importante, / che storici ricordi,
vissuti a Bricherasio / settanta anni fa
portando importanti memorie fin qua.
La famiglia Castagno / morta per la libertà
bruciata dai nazifascisti / con tanta crudeltà.
Un ricordo nel cuore ci hanno lasciato
ma anche lacrime hanno causato.
Senza armi, senza cannoni / la pace non finirà.
Trascinare morti di qua e di là / non servirà per la nostra libertà. / La pace regnerà / e come un fiore / per sempre sboccerà.

Annalisa, Giorgia, Matilde, Noemi, Virginia

L'amicizia per me è una cosa sacra che bisogna accogliere con felicità. Per esempio all'Estate ragazzi non volevo assolutamente farmi amico uno che non parlava mai e che stava seduto a far niente tutto il giorno (anche perché era nuovo). Un giorno mentre stavo giocando ai Pokemon col Nintendo mi arrivò una richiesta di lotta da Alessandro: io ho accettato senza sapere chi fosse, ho lottato e ho perso. «Ho vinto, ho vinto», gridava il bambino nuovo: mi sono avvicinato e mi sono complimentato. Da quel momento siamo diventati amici!

Nicolò Parlangeli

È in programma per domani, venerdi 14 novembre, da mezzanotte alle 21, uno sciopero dei trasporti indetto dai sindacati Cub Trasporti, Cobas Lavoro privato e Usb lavoro Privato, in adesione a uno sciopero generale di tutte le categorie. Trenitalia comunica che «saranno garantiti tutti i convogli elencati nell'apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull'orario ufficiale di Trenitalia e sul sito trenitalia.com nella sezione "in caso di sciopero".

La mia amica è come la luna / intorno al sole, / mi riscalda sempre / in una giornata invernale, / mi rinfresca come l'acqua / in un caldo pomeriggio, / la sua voce è vivace come / il canto di un uccello a primavera; / lei è la mia amica, / e io la sua.

Bianca Prisecariu
3ªA media Vigone

Pagine