Mercoledì 22 Novembre 2017Ultimo aggiornamento 16:30

Caldo in nuovo moderato aumento, ma giovedì primi disturbi

Caldo in nuovo moderato aumento, ma giovedì primi disturbi
Lunedì 17 Luglio 2017 - 14:14

Il weekend appena trascorso è un classico esempio di come dovrebbe essere caratterizzata l’estate nelle nostre zone: sole raggiante ma accompagnato da un caldo moderato, secco ed a tratti ventilato, con valori termici intorno ai 30 gradi di giorno e sotto i 20 gradi di notte.
Sono più che normali anche brevi periodi in cui il caldo diventa intenso ed afoso, così come sono parte integrante del periodo estivo anche momenti più freschi ed instabili, con rovesci e temporali diffusi soprattutto sui monti.
Invece la stagione estiva in corso, seguendo il trend medio delle estati del nuovo millennio, ci ha fatto trascorrere molti giorni con caldo intenso, a tratti estremo, con brevi intervalli meno caldi e sporadici episodi più freschi ed instabili. Tutta colpa dell’eccessiva invadenza dell’anticiclone africano, a scapito di una cronica latitanza dell’anticiclone delle Azzorre e di una minore incisività delle correnti fresche ed instabili atlantiche.

Anticiclone delle Azzorre nuovamente presente tutt’ora su buona parte dell’Europa occidentale e del Mediterraneo, anche se supportato da un non trascurabile contributo africano.
Ancora una volta però esso tenderà rapidamente a ritirarsi verso l’oceano Atlantico, lasciando l’Italia contesa tra l’anticiclone africano ed una saccatura depressionaria atlantica in allungo verso l’Europa occidentale. Il risultato sarà una iniziale espansione dell’alta pressione su tutta l’Italia tra domani e mercoledì, che riporterà i valori massimi in pianura diffusamente sopra i 30 gradi, ed un successivo parziale coinvolgimento del nord Italia da parte delle correnti atlantiche, che favorirà un aumento dell’instabilità pomeridiana/serale nella giornata di giovedì.

Il caldo quindi, seppur moderato, tornerà a farsi sentire in pianura soprattutto nella giornata di mercoledì, quando le temperature massime potranno toccare punte di 32-33 gradi, come è evidenziato nella cartina sottostante:

 

 

 

Lunedì 17 luglio: cielo sereno o poco nuvoloso per gran parte della giornata, con un po’ di nuvolosità cumuliforme nelle ore pomeridiane ma con bassa probabilità di isolati temporali sulle zone montuose. Temperature massime e minime circa stazionarie, con valori massimi intorno ai 30 gradi e poco sotto i 20 gradi in pianura. Caldo ampiamente sopportabile accompagnato ancora da una discreta ventilazione.

 

Martedì 18 luglio: situazione analoga a quella del giorno precedente, con la differenza di un primo lieve aumento delle temperature massime, con diverse punte appena sopra i 30 gradi in pianura.

 

Mercoledì 19 luglio: cielo sereno o poco nuvoloso per gran parte della giornata. Solita nuvolosità cumuliforme in formazione sulle zone montuose, che potrebbe dar luogo ad isolati e veloci rovesci o temporali in dissolvimento in serata. Temperature massime e minime in aumento, con valori diffusamente sopra i 30 gradi di giorno (punte di 32-33 gradi) e difficilmente sotto i 20 gradi di notte.

 

Giovedì 20 luglio: cielo poco nuvoloso in prima mattinata, con nuvolosità in rapido aumento intorno all’ora di pranzo a partire dai monti ma in pronta espansione verso le zone di pianura. Rovesci e temporali isolati possibili nel primo pomeriggio un po’ dappertutto, in dissolvimento probabile verso sera quando compariranno le prime ampie schiarite. Temperature minime stazionarie e massime in lieve calo, soprattutto nelle zone interessate dai temporali; caldo tendente a divenire più afoso seppur ancora non così fastidioso.

Articolo a cura di Meteo Pinerolo