GIAVENO - È ancora in carcere la 34enne che giovedì scorso ha cercato di uccidere il figlio e di togliersi la vita. Maria e il figlio Umberto, di 12 anni (i nomi, naturalmente, sono di fantasia per evitare ogni riconoscimento), sono stati trovati da una collega della donna in casa, abbracciati stretti nel letto.

GIAVENO - I residenti della borgata Villanova non vogliono che nella loro zona sorga un poligono di tiro e si mobilitano: «È troppo vicino alle case, vogliamo che i paraggi restino verdi e tranquilli».
L'iniziativa è della Mikra, società torinese che realizza poligoni di tiro in tutta Italia, per conto delle varie Forze dell’ordine: «Cerchiamo il dialogo e non la contrapposizione - assicura l'amministratore delegato Girolamo Minniti -. Il poligono risponderà ad elevati standard di sicurezza». (approfondimenti nell'edizione in edicola)

GIAVENO - Dovrebbe partire intorno al 22 febbraio, dopo le vacanze di Carnevale, la sperimentazione del thermos in due scuole cittadine, una per Circolo: la Monti di Ponte Pietra e la Crolle. I genitori dei bimbi che frequentano il modulo avevano infatti chiesto di poter portare da casa il cibo per evitare il costo dell’assistenza mensa, fissato in un euro al giorno. Alcuni di loro hanno ritirato i bimbi dal servizio portandoli a mangiare a casa, soluzione però scomoda per chi lavora. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

TRANA - Gli sono state contestate 12 multe in un mese: tutte per eccesso di velocità (pochi km in più rispetto al limite dei 70 km/h) in corso Allamano a Rivoli. Ma Aldo Lazzaretti, tranese d’adozione, non ci sta. E propone una singolare forma di protesta contro un Comune accusato di voler solo «fare cassa», anziché prevenzione: una sfilata di automobilisti "a 30 chilometri all'ora". Quando avrà mille adesioni, comunicherà la data. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

TRANA - Dodici multe in un mese, in corso Allamano a Rivoli. È record. Ma Aldo Lazzaretti, tranese d’adozione, editore, non ci sta. E propone una singolare forma di protesta contro un Comune - quello di Rivoli - accusato di voler solo «fare cassa. D'altro canto ha previsto gli introiti in bilancio».