Il grande sci a Sestriere è ripartito con la Carving Cup. Sabato 4, sulla mitica pista Kandahar, in grande spolvero sono scesi i protagonisti di una Coppa sempre più ambita. Nella gara maschile, sui gradini più alti del podio è tornata la famiglia Bergamelli con Thomas e Giancarlo (Team Colmar) che si sono così spartiti il bottino della prima gara di stagione. Al terzo posto si è accomodato l’emiliano Emanuele Bagatti sul valdostano Stefano Pacinella (La Thuile).

Edizione 47 del 08/12/2010

Valpe, tre partite in cinque giorni

Vittoriosa a Pontebba, sconfitta alla distanza dall'Asiago, la Valpe resta la quarta forza della serie A dell'hockey su ghiaccio ma è attesa da un tour de force incredibile: martedì 7 ad Alleghe, giovedì 9 al Cotta con la capolista Val Pusteria (in diretta tv), sabato 11 al PalaOnda di Bolzano.

Sabato 4 Dicembre 2010 - 12:54

Sport, da Varenne alle bocce

Il weekend sportivo si apre con una curiosa parentesi mondana(il mitico cavallo Varenne sfila per Torino nel pomeriggio, in occasione dell'inaugurazione di un ufficio di promozione del settore... Continua a leggere

Se parliamo di "crisi" dopo due sconfitte consecutive è perché questa Valpe ci ha abituato bene. Insomma, è un atto di stima nei confronti di Martinelli e dei suoi ragazzi. Eppure qualcosa non funziona: i biancorossi hanno perso sicurezza e si stanno innervosendo. La brutta carica alla testa di capitan Iannone a Zandonella (squalifica assai probabile) è figlia della frustrazione. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

A Chieri si è vista La Perosina dei momenti migliori. I suoi giovani (Longo, Micheletti), ormai campioni affermati, e tutta la squadra che specie nei momenti di difficoltà sa dimostrare coesione e capacità tecniche non comuni. Sono le basi per il ritorno coi due punti in tasca alla difficile trasferta contro un team tra i più forti della serie A. Matura una splendida vittoria che rilancia sicuramente gli uomini del mister Bert nella classifica e nel morale. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Marco Cogno, diventando presidente dell'Hc Valpellice, ha impostato un programma triennale. Il contratto del coach Barry Martinelli ricalca la durata del mandato dirigenziale. L'obiettivo? «Giocarci una finale-scudetto». Mai nessuno aveva pronunciato queste parole, nella storia biancorossa. «E poi vorrei che altri atleti di scuola locale possano giocarsi un posto da titolare, come Frigo». Un compito che Martinelli - col fido Giulio Francella - sente come proprio.

Lunedì 22 Novembre 2010 - 08:55

Calcio, impresa Airaschese

La 14ª giornata del campionato di calcio di Eccellenza, girone B, colpaccio dell'Airaschese a Castellazzo Bormida: 3 -1 per i biancorossi. Niente da fare per il Pinerolo, sconfitto 2-0 dal padrone di... Continua a leggere