Giovedì 16 Luglio 2020Ultimo aggiornamento 19:24

Pinerolo, Alex maturo con 87 centesimi: la Ministra, «complimenti e non mollare»

Pinerolo, Alex maturo con 87 centesimi: la Ministra, «complimenti e non mollare»
Lunedì 22 Giugno 2020 - 19:02

87 centesimi per Alex, 88 all'amico Fabio: questi i voti di maturità dei due ragazzi, protagonisti di una vicenda tragica che fa commuovere. Questa mattina hanno sostenuto l'esame all'Alberghiero Prever di Pinerolo. L'uno testimone dell'altro, come vuole questo bizzarro anno scolastico. Due amici veri. Alex Pompa di Collegno è il ragazzo che il 30 aprile ha ucciso a coltellate il padre, per difendere la madre dai suoi continui soprusi. Fabio è il compagno di classe che lo ospita in casa sua a Vigone e che, grazie ad una famiglia generosa, ha consentito al giovane di lasciare il carcere e trascorrere i domiciliari in serenità. Lì, insieme, si sono preparati per sostenere la prova conclusiva del loro percorso scolastico. 

«Sono stati bravissimi - commenta l'avv. Claudio Strata, che assiste Alex - già i loro insegnanti l'avevano rimarcato questa mattina al termine dellla prova». Poi, a dare ancora maggior forza alle parole dei docenti, è arrivata la telefonata della consigliera delegata all’Istruzione della Città Metropolitana di Torino, Barbara Azzarà, seguita da quella della ministra all’Istruzione, Lucia Azzolina. «Sono state squisite - aggiunge Strata, presente alla chiamata - la Ministra ha manifestato direttamente ad Alex il suo compiacimento per il risultato, poi l'ha spronato a non mollare e continuare su questa strada». Manco a dirlo, per Alex, oggi alle prese con una vicenda che nessuno dovrebbe essere costretto a vivere (tanto meno un ragazzo di 18 anni), «è stata una grande soddisfazione». Ora si chiude la pagina scolastica, e per Alex se ne aprono altre. In primis quella giudiziaria. C'è da credere che al suo fianco troverà tanti amici. Fabio, su tutti.

In foto, Alex con l'avv. Strata.

 

L.S.
Contenuti correlati: 
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino