Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 17:26

Ciclismo, Giro d'Italia: Grande Partenza piemontese e seconda tappa al via da Stupinigi

Ciclismo, Giro d'Italia: Grande Partenza piemontese e seconda tappa al via da Stupinigi
Giovedì 4 Febbraio 2021 - 11:05

Stupinigi sede di partenza della seconda tappa del Giro d’Italia numero 104, in programma domenica 10 maggio. La notizia è stata ufficializzata nel corso della presentazione della Grande Partenza della corsa rosa 2021, che prevede tre frazioni in Piemonte. Dopo la cronometro inaugurale dl sabato (9 km)tutta ambientata a Torino, toccherà agli uomini veloci. La Palazzina di Caccia a Nichelino ospiterà il via della tappa il cui traguardo(dopo 173 km) è posto a Novara.Attenzione, viene toccata anche Vinovo, in quanto i corridori si dirigeranno a Carignano per by-passare il capoluogo. Lunedì 11 sarà invece la volta della Biella – Canale d’Alba, occasione per valorizzare nuovamente lo splendido scenario delle Langhe. Quanto a Stupinigi si tratta di una scelta nel solco di quanto avvenne nel 2018 con Venaria Reale (raduno di partenza del tappone con traguardo a Bardonecchia). Del resto la Palazzina di Caccia nichelinese rivendica fortemente una liason con le due ruote: nel 2018 fu teatro dell’arrivo del Gran Piemonte, con vittoria di Sonny Colbrelli, nel 2020, in una inedita versione agostana, ecco la Milano – Torino andata al francese Arnaud Demare. Jacopo Mosca, dal Sud della Francia dove si trova per allenarsi, commenta scherzoso: “andrò in bici in hotel, ottimo”. In effetti, il Giro a Torino e Stupinigi sarà una bella opportunità data agli osaschesi di sostenere “dal vivo” il proprio beniamino, come avvenuto nell’ottobre scorso, quando la corsa transitò addirittura nel comune pinerolese, in direzione Sestriere.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino