Lunedì 28 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 9:59

Coronavirus Covid-19: il punto della situazione

Coronavirus Covid-19: il punto della situazione
Domenica 8 Marzo 2020 - 19:54

L'inasprimento delle misure per il contenimento del Coronavirus Covid-19, che da ieri sera hanno colpito anche il Piemonte, è stato il preludio a una domenica difficile per chi in questi giorni ha il compito di fronteggiare l'emergenza. Nella sola giornata di oggi sono stati quattro i decessi - tre all'ospedale di Tortona e uno ad Alessandria. Sale così a nove il bilancio delle vittime del virus in Piemonte. I tre pazienti di Tortona erano due uomini di 81 e 75 anni e una donna di 90. Tutti, comunicano dall'assessorato alla Sanità, presentavano un quadro clinico compromesso. Stesso quadro per l'uomo di Alessandria, 75 anni, deceduto a causa di un arresto cardiorespiratorio. Alle 19 di oggi, domenica 8 marzo, le persone risultate positive al test in tutta la regione erano 373. 295 sono ricoverate in ospedale; di queste, 45 si trovano in terapia intensiva. 69 invece le persone in isolamento fiduciario.

 

In giornata, visto l'aggravarsi della situazione, l'Ordine dei Medici di Torino ha fatto appello al governo affinché estenda la "zona rossa" a tutto il Piemonte. «La misura - scrivono i medici - richiede inevitabilmente maggiori sacrifici alla popolazione, sia in termini economici che di relazioni sociali, ma in questo momento è indispensabile per evitare danni gravissimi alla salute di tutti. I dati di questa mattina riguardanti il Piemonte denunciano un notevole incremento dei ricoveri per pazienti affetti da COVID-19 rispetto a ieri: i ricoveri non in terapia intensiva sono aumentati di oltre il 100% in 24 ore.

 

Il contagio sta dunque avanzando in modo esponenziale, con circa il raddoppio dei casi da un giorno all’altro. Come Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Torino riteniamo pertanto necessario che tutto il Piemonte sia considerato zona rossa, per limitare ulteriormente le occasioni di incontro e di aggregazione. Siamo consapevoli che la richiesta è dolorosa e impone sacrifici alla popolazione, ma è a nostro avviso indispensabile per tutelare la salute di tutti».

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino