Mercoledì 17 Luglio 2019Ultimo aggiornamento 17:21

Laboratorio analisi ASL TO 3: sindaco di Pinerolo e sindacati non credono a Saitta

Laboratorio analisi ASL TO 3: sindaco di Pinerolo e sindacati non credono a Saitta
Venerdì 8 Febbraio 2019 - 16:51

Le dichiarazioni dell'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta, non hanno rassicurato nè i sindacati nè l'Amminsitarzione comunale di Pinerolo, che ha organizzato alcune iniziative per dire "no" al depotenziamento del laboratorio analisi dell'ospedale di Pinerolo. In un dichiarazione il sindaco Salvai e l'assessore comunale alle politiche sanitarie, Lara Pezzano fanno sapere: «Abbiamo preso atto questa mattina del comunicato stampa dell'Assessorato Regionale alla Sanità inerente il piano di riorganizzazione dei laboratori analisi dell'ALS TO3. Il comunicato mira a tranquillizzare tutti: cambierà poco o nulla rispetto alla situazione attuale. Aspettiamo tuttavia l'approvazione della DGR sull'argomento o analogo provvedimento che abbia carattere definitivo». Raggiunto al telefono, Salvai risulta decisamente più schietto: «Non ci fermiamo finchè non esce (dalla Regione) un documento ufficiale in cui  si afferma che non cambia nulla, altrimenti farò un casino incredibile. Quello che Saitta ha riferito in Regione per quanto mi riguarda rimangno parole, niente di più. Mi fermerò all'istante in cui mi dicono che l'attività del laboratorio di Pinerolo non verrà trasferita o migliorata».

Nel comunicato si legge inoltre che: «È dovere di un'Amministrazione pubblica vigilare e fare tutte le pressioni del caso affinché servizi di questa portata non vengano ridimensionati, in particolar modo su un territorio che in passato servizi fondamentali ne ha persi troppi. La serata di lunedì 11 è pertanto confermata, così come la raccolta firme: fermeremo la nostra azione solo a seguito dell'analisi della Delibera di Giunta Regionale quando verrà pubblicata».

ANCHE I SINDACI SCETTICI

Anche i sindacati si stanno dimostrando scettici sul'efficacia delle parole dell'assessore Saitta. In una dichiarazione la Uil  afferma: «Speravamo davvero in un dietrofront della Regione sui laboratori analisi, invece ci ritroviamo con l'ennesimo compromesso politico che, inutile dirlo, non ci soddisfa per nulla. Purtroppo, il clima in Regione si sta arroventando a causa delle elezioni regionali, ma a noi questi "contentini" non bastano: vogliamo che nulla cambi e che i nostri servizi di eccellenza rimangano immutati, a tutela dei lavoratori e dell'utenza.

Il trasferimento di parte delle attività dell'ASL TO3 al San Luigi di Orbassano non è stato stralciato, permane tuttora a detta dello stesso assessore Saitta. Questa decisione rimane per noi irricevibile. Non indietreggeremo un centimetro su questo punto».