Venerdì 26 Aprile 2019Ultimo aggiornamento: 25/04/2019 - 17:09

Presentato a Torino il IV Festival del Giornalismo alimentare

Presentato a Torino il IV Festival del Giornalismo alimentare
Mercoledì 6 Febbraio 2019 - 18:52

Centoquaranta relatori per tre giornate dedicate alla riflessione sull'informazione e la comunicazione legate al cibo: è stato presentato oggi il IV Festival internazionale del Giornalismo alimentare che si terrà a Torino Incontra (via Nino Costa 8) il 21, 22 e 23 febbraio 2019. Nei tre giorni si alterneranno seminari, tavole rotonde, laboratori pratici, incontri b2b, educational ed eventi off. 

 

Sotto i riflettori alcuni dei temi più caldi e controversi del momento come l’allarme delle microplastiche, le “fake news”, i reati alimentari, l’e-commerce del cibo, la promozione del made in Italy, il turismo enogastronimico. Il festival sarà aperto da Vytenis Andriukaitis, Commissario europeo alla salute e sicurezza alimentare, tematica che sarà approfondita nel Festival anche da partner scientifici come la Fondazione Umberto Veronesi, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e il Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino.

 

CIBO E DIRITTO ALL'INFORMAZIONE

«Siamo un gruppo di giornalisti - ha spiegato il direttore del Festival Massimiliano Borgia - e abbiamo notato come i cittadini sempre di più richiedono informazione alimentare di qualità. Hanno diritto a riceverla. C'è un motivo se si sono quintuplicate le denunce per reati alimentari e ci sono le operazioni dei Nas, se quando si parla di accordi internazionali i titoli si riferiscono al "parmesan", e non ad altri prodotti della manifattura, se quando si parla di italianità si parte dal cibo e non più dalla moda. Di volta in volta se ne occupano i colleghi della Cronaca, degli Esteri, dell'Economia e via dicendo. Oggi prima o poi un'intera redazione si occupa di cibo, ma troppo spesso i colleghi non conoscono questa materia che ha implicazioni scientifiche, sanitarie, di politica. E non è un caso se è nato in Italia l'unico momento al mondo di riflessione sull'informazione relativa al cibo. In particolare a Torino, che si sta sempre più avviando a diventare capitale della riflessione culturale sul cibo, visti anche i grandi eventi come il Salone del Gusto e Terra Madre».

 

IL PROGRAMMA DEI PANEL

Tra gli interventi più illustri ci saranno anche quelli di Gian Marco Centinaio (Ministro delle Politiche Agricole e Alimentari), Oscar Farinetti (fondatore di Eataly) e Giancarlo Caselli, esperto di agromafie. Il ricco programma prevede due panel in contemporanea per tutte le prime due giornate, con molte delle personalità più autorevoli sulle varie tematiche: non solo esperti di settore e giornalisti ma anche foodblogger, youtuber e instagrammer. Molto spazio sarà dedicato anche ad aspetti deontologici del giornalismo e le prime due giornate saranno valide per l'acquisizione dei crediti formativi professionali richiesti dall'Ordine.

 

IL VIDEO

 

LABORATORI E B2B

I laboratori pratici saranno veri e propri momenti di formazione per addetti ai lavori: i partecipanti avranno modo di sperimentare pratiche e di acquisire conoscenze utili per chi scrive di cibo grazie alla collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, l’Istituto Zooprofilattico di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta, INALPI (Latterie di Moretta), il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Centrale del Latte di Torino, Eurofishmarket, Skretting, Assoittica e FoodLab.

 

Gli incontri B2B metteranno faccia a faccia aziende e professionisti della comunicazione e dell'informazione per favorire incontri e confronti: un'occasione soprattutto per i freelance di relazionarsi con le aziende che hanno esigenza di promuoversi.

 

EVENTI OFF E PRESS TOUR

Al termine delle prime due giornate di lavori (giovedì 21 e venerdì 22 febbraio) la discussione proseguirà fuori dal Centro Congressi, attraverso una serie di eventi off riservati ai giornalisti e blogger invitati a scoprire curiosità e novità legate al panorama enogastronomico torinese. La giornata di sabato 23 febbraio sarà dedicata ai viaggi educational sul territorio non solo cittadino ma piemontese: dal quartiere di San Salvario a Caluso, dal cuneese (con l’azienda casearia Inalpi) e molti altri.

 

PATROCINI E CONTRIBUTI

Il Festival del Giornalismo Alimentare è realizzato con il contributo di Compagnia di San Paolo, Camera di commercio di Torino e Fondazione CRT. Ha ottenuto il patrocinio dell’Unione Europea, del Dipartimento Editoria Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero per le politiche agricole, alimentari e del turismo MIPAAFT, di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Comune di Torino, Università degli Studi di Torino, Slow Food Italia, Federazione Nazionale Stampa Italiana e Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti del Piemonte e Associazione Stampa Subalpina. Main partner: Ferrero, Inalpi, Coop, Coalvi, Norwegian Seafood Council, Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Smat, Italia Zuccheri, Yakult, Centrale del Latte di Torino, Costadoro e Progetto Ager, con il supporto scientifico dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, del Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, del Crea, del Barilla Center for Food and Nutrition, di Fondazione Veronesi e di Eurofishmarket.

 

Accrediti sul sito www.festivalgiornalismoalimentare.it/accredito/