Lunedì 8 Marzo 2021Ultimo aggiornamento 15:01

È in edicola "L'Eco mese-L'Em" di giugno con l'inchiesta su partite iva e sindacato

È in edicola "L'Eco mese-L'Em" di giugno con l'inchiesta su partite iva e sindacato
Mercoledì 15 Giugno 2016 - 08:15

Freelance e Partite Iva sono la componente più dinamica (volente o nolente) del mondo del lavoro. Eppure insieme alle altre fugure precarie sono tra le prime a pagare la crisi, perché è più facile non rinnovare un contratto di collaborazione che licenziare un dipendente.

Non hanno ammortizzare sociali né tutele previdenziali. Ma iniziano a organizzarsi per chiedere parità di diritti a parità di contribuzione. Anche di loro parla l'inchiesta de "L'Eco mese-L'Em" di giugno, in edicola da oggi.

Il dossier di Luca Prot e Sofia d'Agostino approfondisce il tema delle tutele e il ruolo del sindacato nel mondo del lavoro contemporaneo. Un sondaggio dà voce ai lettori, raccogliendo valutazioni e testimonianze dei lavoratori, sia col "posto fisso" sia a termine. Con alcuni sindacalisti affrontiamo il problema delle "partite iva non genuine": quando il datore di lavoro propone al dipendente di licenziarsi e di tornare a lavorare come autonomo. Infine parliamo di alcuni tra i lavotori più deboli e difficili da tutelare: gli "invisibili" del settore multiservizi.

 

C'è anche molto altro tra le cento pagine del nostro mensile. Come il servizio sul mini flash mob organizzato da "L'Em" a Pinerolo in piazza Facta: metti una fisarmonica (quella del maestro Luca Zanetti) alle 11 del mattino di sabato, proprio a due passi dal mercato. Aggiungi tredici ballerini di tango argentino. E stai a vedere. Nel servizio vi raccontiamo quello che succede. Nel video correlato potete pregustare un a piccola anteprima.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino