Il 21 gennaio la Commissione ambiente della Provincia, guidata dalla presidente Angela Massaglia, ha fatto visita al Polo ecologico Acea. Qui l'ad Francesco Carcioffo e il responsabile del settore, Marco Avondetto, hanno illustrato il sistema integrato messo a punto dall'azienda. Apprezzamento per il lavoro dell'Acea è stato espresso dai membri della Commissione. Assicura la Massaglia: «Siamo rimasti impressionati in senso positivo, un motivo in più per impegnarci per il mantenimento del sistema provinciale di gestione, cosa che purtroppo oggi è messa in discussione».

Senza i clamori di quando venne varato dal Governo Berlusconi e poi adottato dalla Giunta Bresso, il Piano casa del Piemonte ritorna al vaglio del Consiglio regionale rivisto e corretto dalla Giunta Cota. Si tratta di modifiche non da poco. Il relatore di maggioranza Franco Maria Botta non nasconde quale sia l'intento: «Vogliamo trasformarlo in uno strumento più elastico rispetto a quello varato dalla precedente Giunta e favorire gli interventi di demolizione e ricostruzione in deroga». (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Per il Collegio costruttori edili della Provincia di Torino il 2010 è stato l’anno peggiore dal 2000 per quanto riguarda gli appalti di opere pubbliche scesi a circa 430 milioni di euro contro i quasi 490 milioni di euro del 2009, con una flessione di 60 milioni di euro (-12,5 per cento, -30 per cento rispetto al 2008).

Edizione 2 del 12/01/2011

Con le tasse mercatini a rischio

Scongiurato, almeno per ora, il rischio di chiusura dei vari mercatini dell’usato che nei giorni festivi si tengono in molti Comuni anche del Pinerolese e delle zone circostanti. Con tutte le proteste e le polemiche che tale eventualità aveva generato.
La Regione Piemonte ha prorogato di 60 giorni i termini di presentazione dei "Durc", il documento unico che attesta la regolarità contributiva, da parte degli ambulanti. Motivo per cui tale certificazione dovrà essere fornita al Comune dai commercianti interessati solo entro il 28 febbraio.

Edizione 1 del 05/01/2011

Fiat, un'aquila a due teste

TORINO - Lunedì la Fiat ha debuttato in Borsa con due società: Fiat Spa (le attività legate all'auto) e Fiat Industrial (veicoli industriali e da lavoro). Fiat Spa pesa sull'economia del territorio con i suoi 18.000 dipendenti. La stipula degli accordi per il rilancio di Mirafiori modifica il sistema delle relazioni industriali e divide il sindacato: Cisl, Uil, Ugl, Fismic da una parte e Fiom Cgil dall'altra. Edi Lazzi (Fiom di Mirafiori) e Nanni Tosco (Cisl) espongono le loro ragioni contrarie e favorevoli. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

La crisi c'è e, secondo l'Adusbef (Associazione difesa utenti servizi bancari e finanziari), si vede eccome.
Il termometro della situazione sarebbe rappresentato, secondo i dati raccolti nei Tribunali di 35 città italiane, dal boom dei pignoramenti e delle esecuzioni immobiliari, il cui aumento sarebbe, nel 2010, del 31,8 per cento su base nazionale, con punte addirittura superiori o vicine al 50 per cento a Torino, Milano e Genova.

Domenica 26 Dicembre 2010 - 17:39

Piossasco, scontro mortale sulla Sp6

Tragedia ieri sera alle porte di Piossasco. Pietro Baravalle, 74enne di Carmagnola, è morto a causa dello scontro con un’altra vettura sulla strada Provinciale 6. L’anziano, al volante della sua Fiat... Continua a leggere