Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 15:54

Cardè avrà un nuovo ponte sul Po: una delle più grandi opere mai realizzate nella Granda

Cardè avrà un nuovo ponte sul Po: una delle più grandi opere mai realizzate nella Granda
Venerdì 2 Aprile 2021 - 16:30

Una delle più grandi infrastrutture stradali realizzate dalla Provincia di Cuneo negli ultimi anni. Con sette campate da 50 e 80 metri per un totale di 440 metri, il nuovo ponte sul fiume Po a Cardè, lungo la strada provinciale 29 verso Villafranca Piemonte, sarà uno dei ponti più lunghi mai realizzati nella Granda. Progettato nell’ambito della nuova circonvallazione esterna all’abitato, vede un impegno finanziario di 32 milioni di euro, finanziato in quota parte dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti nell’ambito del decreto Ponti.

Per il momento sono finanziati i lotti quattro e cinque che rappresentano la parte più consistente dell’intervento con 16 milioni di euro. Predisposto dalla Provincia di Cuneo (Settore Viabilità/Sezione di Saluzzo), servirà a risolvere il problema del traffico pesante e commerciale tuttora supportato dalla provinciale 29. Oggi la strada, passando per il centro di Cardè, oltrepassa il Po e si va a collegare con la provinciale 139, in direzione Villafranca Piemonte. Di frequente negli ultimi anni mezzi pesanti che transitano lungo l’abitato sono rimasti incastrati all’incrocio dinanzi al Bar Castello durante le manovre. Unito alle limitazioni al traffico pesante nel passaggio sul ponte attuale, ha reso indispensabile la progettazione di un collegamento esterno all’abitato di Cardè, più rapido e sicuro. La nuova arteria consentirà di allontanare i flussi di traffico dalle zone residenziali, a vantaggio della loro sicurezza e salubrità, realizzando una via diretta verso il territorio torinese.

Il progetto prevede il superamento dell’abitato di Cardè e del fiume Po, lungo il settore Est del concentrico, attraverso il collegamento della provinciale 29 per Saluzzo, prima con la provinciale 175 per Torre San Giorgio, poi con la 29 per Moretta ed infine, a seguito dello scavalco del fiume Po e del Rio Cantogno, con la 139 in direzione Torino, nel territorio comunale di Villafranca, per uno sviluppo totale di circa 5 km. L’opera si suddivide in cinque lotti: il primo dalla sp 29 Saluzzo – Cardè alla sp 175 Torre S. Giorgio – Cardè per un costo di 3.320.000 euro; il secondo dalla sp 175 Torre S. Giorgio – Cardè all’incrocio con via Parato per 860.000 euro; il terzo dall’incrocio con via Parato alla nuova rotatoria lungo la provinciale 29 Cardè – Moretta per 450.000 euro; il quarto dalla nuova rotatoria lungo la provinciale 29 Cardè – Moretta (nuovo ponte sul Po) alla nuova rotatoria lungo la sp 29 Cardè – Villafranca per 14.500.000 euro; il quinto dalla nuova rotatoria lungo la sp 29 Cardè-Moretta (nuovo ponte sul rio Cantogno) alla nuova rotatoria lungo la sp 139 presso Villafranca  per 1.950.000 euro. 

In foto il rendering del nuovo ponte.


 

A.P.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino