Martedì 22 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 20:26

"Vini all'insù": vini di montagna in rassegna a Perosa e Pomaretto dal 4 al 6 settembre

"Vini all'insù": vini di montagna in rassegna a Perosa e Pomaretto dal 4 al 6 settembre
Lunedì 31 Agosto 2020 - 21:23

Due giornate di mostra mercato con 36 produttori di vini di montagna da tutto l'arco alpino, degustazioni e visite guidate, un convegno, esposizioni artistiche e musica dal vivo: "Vini all'insù" è stato presentato questa sera nella sede dell'Unione dei Comuni, a Perosa Argentina.

 

La manifestazione con gli espositori (ingresso a 10 euro con assaggi liberi) si terrà nella storica villa Willy, ex sede della Comunità montana, sabato 5 e domenica 6 settembre. Il giorno prima a Pomaretto ci sarà il convegno dedicato al progetto Interreg Alcotra "La strada reale dei vini piemontesi".

 

«L'idea nasce dal riutilizzo della villa che da alcuni anni era inutilizzata. Al tempo stesso volevamo valorizzare un'eccellenza come il vino Ramìe e gli altri vini del territorio, alcuni secondo me davvero eccezionali», ha detto l'assessore dell'Unione Andrea Garavello, al tavolo della conferenza stampa con l'architetto Carlo Frascarolo, coinvolto per la sistemazione della villa e l'allestimento della rassegna, il sindaco di Pomaretto Danilo Breusa e il sommelier Ilario Manfredini, direttore scientifico della manifestazione. Presente tra gli organizzatori anche un altro sommelier, il perosina Sandro Gastaut, e i rappresentanti della Pro loco di Perosa Argentina, impegnati nell'evento come anche i volontari della Pro loco di Pomaretto e l'esperto organizzatore di manifestazioni Beppe Agù.

 

 

«Quando ho iniziato a interessarmi di vino avevamo tre produttori commerciali, oggi siamo arrivati a sette. C'è chi crede in questo piccolo mercato in espansione» ha dichiarato il sindaco di Pomaretto, Comune partner nel progetto Interreg Alcotra sulla strada dei vini piemontesi con Carema, Città metropolitata di Torino e altri parnter. «Nel convegno presentaremo quanto già realizzato. Tutto si concluderà alle 13 con un buffet e una prima degustazione di vini locali».

 

Ai produttori del Pinerolese e di tutto l'arco alpino si aggiungeranno banchetti dedicati anche a vini delle Cinque terre e delle Alpi Apuane. La degustazione guidata sarà affidata al sommelier Mauro Carosso, responsabile della didattica Ais e molto impegnato nella valorizzazione della biodiversità dei vigneti piemontesi. Domenica mattina, poi, è previsto un evento culinario con lo chef stellato Walter Eynard.

 

«Nonostante il Covid - ha aggiunto Manfredini - abbiamo voluto mantener fede all'impegno e dare un messaggio di ripartenza e speranza. Speriamo di ripeterla ogni due anni arrivando all'obiettivo di 50 produttori dalla prossima edizione».

 

Sono previste anche le esposizioni di tre artisti con quadri che si riferiscono al mondo del vino e sabato sera un concerto del QuBa Libre Quartet. Tutti i dettagli e ulteriori approfondimenti su "L'Eco del Chisone" in edicola mercoledì 2 settembre.

Foto: Fotografica Gariglio
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino