Sabato 30 Maggio 2020Ultimo aggiornamento: 29/05/2020 - 18:10

Pinerolo: sabato 11 mercato fino alle 16 e ingressi scaglionati per ordine alfabetico

Pinerolo: sabato 11 mercato fino alle 16 e ingressi scaglionati per ordine alfabetico
Giovedì 9 Aprile 2020 - 14:51

Prolungato fino alle ore 16 il mercato di sabato 11 aprile, con area mercatale delimitata da transenne, accesso scaglionato dei cittadini e presidio dei volontari della Protezione Civile.

Per assicurare il servizio e migliorare la gestione e i flussi delle persone nell'area mercatale, in via sperimentale l'Amministrazione ha deciso di prolungare il mercato di sabato 11 aprile e di far accedere alla piazza i pinerolesi divisi per ordine alfabetico: cittadini con cognomi dall A alla M dalle 7 alle 11,30; cittadini con cognomi dalla N alla Z dalle 11,30 alle 15,45. Chi accederà all'area mercatale dovrà obbligatoriamente indossare mascherine o accessori similari che coprono naso e bocca (ivi compresi indumenti, sciarpe...).

L'area mercatale sarà delimitata da transenne, con la creazione di un varco di afflusso e uno di deflusso presidiati da volontari della Protezione Civile al fine di contingentare le presenze. Sarà consentito l'ingresso a un solo componente per famiglia per un limite totale di 222 clienti (pari al doppio delle postazioni di vendita), che verranno serviti uno alla volta al fine di garantire la distanza interpersonale di un metro. Tutti gli operatori (almeno due per postazione) dovranno indossare mascherine e guanti che avranno cura di cambiare spesso, gli stessi dovranno altresì individuare un soggetto per postazione che si dedichi in maniera esclusiva alla gestione dei pagamenti in contanti.

Il Comune informa inoltre che l’ingresso di viale Giolitti sarà spostato in via Brignone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuti correlati: 
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L’Eco del Chisone: con l’emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo i insieme ce la faremo.

Paola Molino

Sostieni L'Eco, abbonati