Mercoledì 12 Agosto 2020Ultimo aggiornamento: 11/08/2020 - 21:14

Trana/Sangano: nella notte hanno ripreso forza le fiamme. Canadair in azione

Trana/Sangano: nella notte hanno ripreso forza le fiamme. Canadair in azione
Sabato 29 Febbraio 2020 - 15:21

L'odore acre di cenere che ieri sera è arrivato fin dentro le case ha fatto sperare di aver vinto le fiamme appiccate, nella notte fra giovedì e venerdì, fra il Comune di Trana, sotto Pietraborga, e Sangano, pendii del monte San Giorgio. Le squadre dei Vigili del fuoco e Aib hanno monitorato la situazione anche nella nottata, dopo essere stati impegnati, lungo tutta la giornata, per circoscrivere, faticosamente, le fiamme. Purtroppo, nel cuore della notte, con il riprender forza del vento, si è verificato quel il sindaco di Sangano e presidente dell'Unione dei Comuni montani della Val Sangone, Alessandro Merletti, sperava non avvenisse, soprattutto alla luce della relativa calma, dopo lo spegnimento del fuoco più importante, che si respirava ieri sera in paese: «Nella notte le scintille, partite da alcune ceppaie e trasportate dal vento, hanno ridato vita al fuoco. Dalle 6 di questa mattina sono arrivate a Sangano altre squadre di Vigili del fuoco e numerose squadre di volontari». Hanno dovuto rimettersi in volo, facendo spola con il lago di Viverone, anche i Canadair: le operazione di contrasto al fuoco sono in corso nei due Comuni della Val Sangone.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino