Domenica 18 Agosto 2019Ultimo aggiornamento 9:15

Previsioni 26-27 gennaio: un nuovo carico di neve... ma solo oltralpe!

Previsioni 26-27 gennaio: un nuovo carico di neve... ma solo oltralpe!
Sabato 26 Gennaio 2019 - 11:57

Con l’irruzione di aria artica di mercoledì, che ha permesso la formazione di un vortice depressionario responsabile dell’ultima nevicata, si è aperto un periodo piuttosto movimentato per le nostre zone e per l’Italia in generale.
Infatti, dopo un intermezzo piu’ stabile e soleggiato occorso tra giovedì e la giornata odierna, una nuova figura depressionaria alimentata da aria artica marittima si sta portando velocemente dalla Gran Bretagna all’Europa centrale, spingendo l’aria fredda fin verso i mari italiani tra domani e lunedì e trasportando anche un fronte perturbato dalla Francia verso il nord Italia. Tuttavia le correnti in quota che accompagneranno il transito della perturbazione non saranno favorevoli alle precipitazioni nel pinerolese (così come su buona parte del Piemonte), poichè avranno una direttrice troppo occidentale e quindi faranno letteralmente “sbattere” nubi e precipitazioni sul versante francese, con sconfinamenti anche sulle alte valli nostrane.

La giornata odierna sarà ancora caratterizzata da cielo sereno o al piu’ velato per l’arrivo delle prime nubi alte e sottili a precedere la perturbazione vera e propria. Le correnti in quota dai quadranti nord-occidentali stanno già attivando e continueranno nel corso della giornata a mantenere delle deboli/moderate raffiche di Foehn mite in valle, soprattutto nei dintorni di Susa dove le temperature ora già superano i 10 °C e potranno toccare i 15 °C nelle prossime ore. L’influenza mite del Foehn si farà sentire parzialmente anche nelle zone pedemontane e su Torino e cintura, con le temperature massime che potrebbero toccare o di poco superare i 10 °C, mentre nelle zone di pianura lungo il corso del Po (da Villafranca a Carignano) non si dovrebbero superare i 5 °C.

La giornata di domenica vedrà il passaggio della perturbazione tra il pomeriggio e la serata, preceduto da un temporaneo richiamo di aria piu’ umida da sud-ovest che farà aumentare la nuvolosità soprattutto sul Piemonte orientale.

Sul pinerolese la prima parte della giornata trascorrerà con cielo poco o parzialmente nuvoloso, a tratti coperto da veloci nubi in transito da ovest verso est ma con ampio spazio a schiarite. Nubi piu’ compatte in alta valle, dove compariranno anche i primi deboli fenomeni nevosi. Nel corso del pomeriggio aumenterà la nuvolosità ovunque, con precipitazioni in intensificazione nelle zone al confine con la Francia e in espansione verso le alte valli (zone di Cesana e Bardonecchia che potrebbero vedere un accumulo nevoso di alcuni cm); fenomeni molto piu’ sporadici nelle restanti zone montuose, mentre in pianura dovrebbero essere assenti a parte forse qualche fiocco “coreografico” soprattutto in serata, quando transiterà sopra le nostre teste la parte piu’ attiva della perturbazione. Ventilazione in aumento col passare delle ore, con raffiche di Foehn che diventeranno moderate/intense in valle dalla sera ma molto meno miti rispetto alla giornata precedente. Temperature minime in pianura vicine a -5 °C soprattutto nelle zone di aperta campagna, mentre nelle località di valle interessate dal Foehn resteranno superiori agli 0 °C; massime in calo, con valori poco superiori agli 0 °C sia in pianura che in media-bassa valle e negativi al di sopra i 1500 metri.
La cartina seguente mostra le nevicate attese nel tardo pomeriggio di domani, evidenziando la concentrazione delle precipitazioni sul versante francese:

Articolo a cura di Meteo Pinerolo