Sabato 6 Marzo 2021Ultimo aggiornamento: 05/03/2021 - 23:17

Sindaci da Saitta: «Bene dialogo, ma noi marciamo»

Sindaci da Saitta: «Bene dialogo, ma noi marciamo»
Venerdì 9 Ottobre 2015 - 11:14

Si è svolto ieri sera in Regione l'incontro tra i sindaci (o loro rappresentanti per area) del Pinerolese e l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, incontro convocato da quest'ultimo nell'arco di poche ore. Era impellente, probabilmente, l'esigenza di fare un estremo tentativo di convincere i sindaci che il piano aziendale messo a punto dall'AslTo3 non penalizzerà la sanità pinerolese, cosa che la stessa azienda sanitaria con un lungo comunicato aveva ribadito  poche ore prima l'incontro.

Durante la riunione in Regione  Saitta, il direttore generale dell'AslTo3, Boraso e il dirigente regionale del settore hanno illustrato i motivi per cui ritengono che il piano non incida negativamente sui servizi. I sindaci però  sono rimasti fermi sulle loro posizioni, spiegando che quel tipo di riorganizzazione male si adatta alla situazione del Pinerolese e alle esigenze degli utenti. Spiega il sindaco di Pomaretto Danilo Breusa: «L'incontro lo potremmo definire positivo, soprattutto perchè ci è sembrato che l'assessore abbia recepito la fondatezza dei problemi posti da noi amministratori del territorio, si è impegnato ad aprire un dialogo nel mese di novembre sul fronte della cosiddetta territorialità, penso che sia un apertura che va apprezzata e non lasciata cadare, ciò non toglie che le preoccupazioni e i disagi rimangono, per cui sabato tutto rimane confermato, sabato saremo a Pinerolo per marciare.»

Dello stesso parere il sindaco di Pinerolo Eugenio Buttiero: «Ho apprezzato la disponibilità di Saitta a prendere in considerazione i nostri problemi e l'apertura al dialogo, ma devo anche dire che dall'incontro sono uscito ancora più convinto di quanto sia importante farsi sentire affinchè problemi reali vengano presi in considerazione dagli enti centrali, quindi sabato parteciperò alla marcia ancora più motivato»

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino