Giovedì 12 Dicembre 2019Ultimo aggiornamento 10:52

Dispersi sui monti

Complice la scarsa conoscenza dei luoghi
Mercoledì 24 Agosto 2011 - 00:00

Cinque persone sono state recuperate e portate in salvo sulle montagne della Val Chisone e della Val Germanasca dalle squadre di volontari del Soccorso alpino tra Ferragosto e i giorni immediatamente successivi.
In due casi si tratta di escursionisti saliti in Alta Val Germanasca in cerca di funghi e di erbe alpine. Scarsa conoscenza del territorio e cambi repentini delle condizioni meteo sono tra le cause principali di pericolo.
Il 18 due cumianesi sono stati bloccati dalla nebbia sulle montagne di Rodoretto (Prali). Sono stati portati in salvo alle 5,30 del mattino, dopo una notte battezzata da un violento temporale.
Il giorno dopo le tute rosse della Val Gemanasca sono intervenute sopra Bovile, sul crinale tra Perrero e Roure, nella zona dove si persero le tracce cinque anni fa del 79enne Antonio Guzzo.
Il 15, dopo tre giorni trascorsi nei boschi di Roure, era stata soccorsa una donna di Pinasca. (approfondimenti nell'edizione in edicola)