Giovedì 12 Dicembre 2019Ultimo aggiornamento 10:52

Moretta: Tarsu invariata grazie alla differenziata

Dati incoraggianti e tariffe stabili
Mercoledì 10 Marzo 2010 - 18:02

MORETTA - La Giunta comunale ha deliberato di mantenere invariata la Tarsu per il 2010. «Questa scelta è frutto del buon risultato raggiunto nella differenziata e anche dell’innovativa separazione dell’umido», commenta il consigliere Pierantonio Serafino.

La raccolta dei rifiuti urbani aveva acceso il dibattito nel Consiglio del 21 ottobre. Per raggiungere la quota del 65 per cento di differenziata per il 2013 la maggioranza aveva scelto di estendere la raccolta dell’umido a tutta Moretta e di aumentare l’efficienza e il numero dei cassonetti. I due gruppi di minoranza, "Upm - Uniti per Moretta" e "Continuità e sviluppo", avevano sostenuto che solo con la raccolta porta a porta si potevano raggiungere i risultati richiesti.

«Abbiamo fiducia nei cittadini e crediamo nella correttezza dei loro comportamenti. Così il prossimo anno si potrà raggiungere la percentuale prevista» afferma Serafino.

«Siamo in attesa dei dati - risponde Enrico Prat, capogruppo di "Continuità e sviluppo" - per ora Moretta ha registrato un lieve miglioramento della differenziata, ma non paragonabile a quello di Comuni come Costigliole, che hanno scelto il porta a porta. Basta controllare i dati dal sito del Consorzio Sea».

Il confronto delle percentuali di raccolta dei due Comuni, Moretta e Costigliole, effettivamente fa riflettere: nel gennaio 2009 la differenziata era rispettivamente 32,55 e 28,26 per cento, ma nel gennaio 2010 risulta 39,27 per cento a Moretta e 65,73 a Costigliole. Conclude Serafino: «Determinante sarà l’operato di tutti, per fare ancora meglio nel prossimo futuro».