Mercoledì 8 Luglio 2020Ultimo aggiornamento 8:45

Revello insieme a Envie per la rievocazione rinascimentale

Preparativi in attesa di maggio
Venerdì 12 Marzo 2010 - 11:56

REVELLO - Sta prendendo forma la nuova edizione della rievocazione storica di "Maggio castello", la manifestazione organizzata per il terzo anno consecutivo dall’associazione Arcia, che dedica tre giorni all’evento. Già fissate le date: 14-16 maggio. Proprio il giorno in più rappresenta una delle novità più interessanti di quest’anno. Il prologo del venerdì sancirà un occasionale "gemellaggio" tra Revello ed Envie, dove andrà in scena il primo atto della rievocazione rinascimentale. Sarà infatti il suggestivo parco del castello enviese, nelle prime ore della sera, a dare il via alla "tenzone" con il segreto, piccante accordo tra Madama Cristina, tenutaria del dominio revellese, vicina alla corte francese, e l’ambiguo cardinale Richelieu, incontro dal quale uscirà l’imperativo ordine di prendere ad ogni costo il borgo di Revello, non esitando in caso di contrarietà a distruggerlo. Le sfilate di cavalieri e picchieri si alterneranno alle rappresentazioni del gruppo "Miraflores". Ulteriori intrattenimenti sono al vaglio della Pro loco di Envie.

Sempre il venerdì l’Associazione commercianti riproporrà il raduno dei camper, mentre la Polisportiva di Revello proporrà un torneo di "calcio Principista" del 1600, con particolari studiati appositamente per ricreare ambientazioni d’epoca.

I due giorni successivi di "combattimenti" tra i "Madamisti" (filofrancesi) e i "Principisti" (pro Marchesi di Saluzzo), ricalcheranno a grandi linee l’apprezzato programma degli scorsi anni, tra concerti e rappresentazioni teatrali, palio delle botti e concerti, con il paese suddiviso in quattro contrade antagoniste.

Come sempre Arcia invita tutti i cittadini e i "gemelli" enviesi a essere attivi nella manifestazione, contribuendo come figuranti o nella preparazione dell’evento.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino