Lunedì 8 Marzo 2021Ultimo aggiornamento 15:01

Coalizione elettorale con Rifondazione

Regionali, l'Udc detta le condizioni alla Bresso
Venerdì 23 Aprile 2010 - 12:16
Prc e Pcdi, parenti poveri, senza assessori

TORINO - I tempi si restringono e gli incontri si moltiplicano. Entro la metà di gennaio occorre costruire e poi blindare la maggioranza di centrosinistra che sosterrà la candidatura a presidente della Regione Piemonte di Mercedes Bresso. Al momento il problema è costituito dalle "ali", cioè dagli estremi della possibile coalizione: l'Udc e Rifondazione e i Comunisti italiani. La prima - dopo le decisioni del 31 dicembre - ha chiesto alla Bresso di escludere gli altri due partiti. Per essere più sicura di vincere la Bresso ha però bisogno dei voti di sinistra di Prc e di Pcdi e di quelli di centro dell'Udc, non tanto nella provincia di Torino, quanto in quelle di Cuneo, Asti e Novara. L'Udc di Casini e Vietti chiede tre assessori, due candidati nel "listino" che saranno eletti se vince la Bresso su Cota della destra.

(continua)
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino