Lunedì 8 Marzo 2021Ultimo aggiornamento 15:01

Bocce & Befana, riecco gli astigiani

La Perosina ospita il 6 gennaio la Tubosider, ex-rivale tricolore a Loano
Venerdì 23 Aprile 2010 - 12:17
Le sfide chiave per i valligiani in trasferta - Cumiana e veloce giocano il 9

Dopo la pausa natalizia riprendono anche i vari campionati a squadre delle bocce. La Perosina mercoledì 6 attende la Tubosider (diretta rivale per il Tricolore nel 2006), primo atto 2010 di un inseguimento alle prime quattro posizioni per poter accedere ai play-off. I valligiani hanno ancora quattro partite in casa, considerando che il giorno dell’Epifania si consumerà la seconda giornata del girone di ritorno, e ben cinque in trasferta. Sarà un tour molto difficile in quanto proprio fuori dalle mura amiche dovranno incontrare "pezzi da 90": Chierese (23 gennaio), Chiavarese (6 febbraio), Voltrese (27 febbraio) e, "dulcis in fundo", il S. Daniele proprio nella giornata di chiusura (13 marzo). L’équipe del presidente onorario Giancarlo Data ha comunque tutte le carte in regola per combattere ad armi pari qualsiasi incontro.

In serie B sarà durissima anche per la Cumianese, che riprenderà invece sabato 9 contro il Montalbera Pianezza, vera corazzata. Altra partita fuori casa contro il Roverino (30 gennaio); prima sfida in casa il 16, avversaria la Marenese, per finire il 20 febbraio (la B si ferma tre settimane) ospitando la Beinettese. La squadra della Val Noce riparte con tre punti e dall’ultima posizione in classifica.

In serie C anche il Veloce club attende sempre sabato la bocciofila La Capannina. Altre due partite in casa contro la Rosta (16 gennaio) e chiusura del campionato il 6 febbraio contro la Sommarivese. L’unico incontro in trasferta il 30 gennaio per incontrare il Masera. In questo caso il calendario degli incontri pare favorire la squadra di piazza S. Croce. Se si pensa alla posizione in classifica dei pinerolesi che si trovano in un gruppo piuttosto compatto (tre incontri su quattro in casa), pensare in positivo vien facile.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino