Edizione 26 del 29/06/2011

Gilardi tre volte d'oro

Federico Gilardi di Bricherasio, tesserato per la Rari Nantes, ha vinto tre titoli piemontesi ai Campionati regionali estivi disputati nel fine settimana al nuovo Palanuoto di Torino. Oro nei 200 stile libero e nei 100 e 200 farfalla, Gilardi ha poi contribuito al successo anche della staffetta 4x100 mista. A questa vittoria, come al primo posto della Rari Nantes nella 4x100 stile, ha dato il suo apporto anche Alessio De Stefani di Bruino. Bene anche Sara Bruno Franco con il titolo della 4x100 stile libero, sempre per lo stesso club torinese.

Edizione 26 del 29/06/2011

Bouvier va in finale Peugeot

Doppio impegno nel fine settimana per i piloti pinerolesi. A Castelnovo ne' Monti (Re) si è disputato il Rally Appennino reggiano, gara di Trofeo rally asfalto valido anche per i monomarca Peugeot e Abarth 500 Selenia. Obiettivo centrato per il bibianese Omar Bouvier con Paolo Carrucciu e la Peugeot 207 della Meteco corse. Con il primo posto tra i piloti della Casa francese, conquistati i 25 punti che mettono i due in testa alla classifica del girone e assicurano il passaggio alle finali. Diciannovesimo assoluto, 3º di gruppo R3T, il piazzamanto finale.

Edizione 26 del 29/06/2011

Da un Moser ai polacchi

Riecco un pinerolese in corsa. In attesa che nel 2012 si uniscano i golden boy della categoria Juniores Jacopo Mosca e Davide Busuito, con i colori della Podenzano gareggia da enfant du pays il rolettese Umberto Marengo, al primo anno nella cadetteria dopo aver conquistato il titolo piemontese (gli è subentrato guarda caso proprio Busuito). "Umbi" ci mette tutta la passione che ha e vuole crescere con la dovuta gradualità per esprimere un potenziale già balzato all'occhio di un team molto quotato.

Edizione 26 del 29/06/2011

Da un Moser ai polacchi

Riecco un pinerolese in corsa. In attesa che nel 2012 si uniscano i golden boy della categoria Juniores Jacopo Mosca e Davide Busuito, con i colori della Podenzano gareggia da enfant du pays il rolettese Umberto Marengo, al primo anno nella cadetteria dopo aver conquistato il titolo piemontese (gli è subentrato guarda caso proprio Busuito). "Umbi" ci mette tutta la passione che ha e vuole crescere con la dovuta gradualità per esprimere un potenziale già balzato all'occhio di un team molto quotato.

S. Maurizio sta al ciclismo come "l'eco del chisone" sta al proprio trofeo entrato a far parte del novero delle classiche nazionali. L'equazione è servita: sabato 2 luglio la diciassettesima edizione del Giro del Pinerolese avrà il suo clou sulla salita di stampo fiammingo che da sempre contraddistingue l'arrivo della corsa in linea intepretata da "attori" di prim'ordine.