Alla Festa del Faro di Prarostino non ci sarà Lo Russo, ma sono attesi diversi ospiti dal territorio

Alla Festa del Faro di Prarostino non ci sarà Lo Russo, ma sono attesi diversi ospiti dal territorio
Venerdì 14 Giugno 2024 - 11:07

Non ci sarà Stefano Lo Russo domenica 16 alla Festa del Faro, tradizionale appuntamento che da 57 anni si tiene a Prarostino in memoria dei Caduti per la Liberazione (nella foto, l'edizione 2023). «Il sindaco di Torino ha fatto sapere che non potrà presenziare, ma in sua vece interverrà Pasquale Mazza, consigliere metropolitano con delega alla pianificazione territoriale e sindaco di Castellamonte - spiega il neoeletto sindaco di Prarostino Luciano Nocera -. Non solo: avremo ospiti la consigliera regionale Monica Canalis, la presidente dell'Unione Montana e sindaca di San Secondo Adriana Sadone e Lorenzo Tibaldo, presidente del Comitato Val Pellice per la difesa dei valori della Resistenza e della Costituzione. Spero, infine, possa partecipare anche un amministratore in rappresentanza della Val Chisone». Per ricordare gli oltre 600 che persero la vita per la Liberazione del Pinerolese, cittadini e autorità si ritroveranno alle 10,30 nel piazzale municipale, con partenza del corteo per l'omaggio floreale ai Caduti per la Libertà alle 10,45; al percorso, che toccherà cimitero, Parco della Rimembranza e Parco del Faro, parteciperanno anche la Banda musicale di Inverso Pinasca e le associazioni di Prarostino. Dopo i saluti istituzionali, verrà consegnata la Costituzione ai prarostinesi che quest'anno raggiungono la maggiore età: attesi 16 neodiciottenni, ma «per coloro che non riusciranno ad esserci - conclude Nocera - abbiamo intenzione di organizzare un secondo momento in Municipio».

foto Costantino
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.
Paola Molino