Recovery fund: i sindaci del Pinerolese puntano su infrastrutture, turismo, digitale e sanità di prossimità

Recovery fund: i sindaci del Pinerolese puntano su infrastrutture, turismo, digitale e sanità di prossimità
Lunedì 19 Aprile 2021 - 10:58

I sindaci del Pinerolese (area omogenea 5 della Città metropolitana di torino) hanno concordato quattro progetti per riqualificare e rilanciare il territorio: «Quattro indicazioni attorno alle quali è possibile pianificare, da un lato, lo sviluppo di quest’area territoriale e, al contempo, valorizzarne alcune storiche specificità colmando un ritardo di investimenti che di fatto continuano a bloccare o a rallentare il futuro di questo territorio» spiegano i sindaci.

 

1. INFRASTRUTTURE

Il raddoppio selettivo del collegamento ferroviario tra Pinerolo e Torino sarebbe utile per decongestionare il traffico da e verso Torino ma anche e per garantire un veloce ed efficiente collegamento con il capoluogo subalpino. «Una linea che continua ad essere tra le più frequentate a livello regionale e che, purtroppo, registra una oggettiva e non più sopportabile carenza di servizi e di collegamenti.

 

2. TURISMO

Il turismo, antica e radicata vocazione del territorio Pinerolese tra pianura e montagna, su cui svetta il Forte di Fenestrelle, monumento simbolo della Città Metropolitana di Torino. Il potenziamento della "grande muraglia piemontese" è considerato un volano per lo sviluppo turistico di tutto il territorio. I sindaci citano anche gli altri "Beni Faro" del Pinerolese, le ville e i parchi storici, la sentieristica (che «rappresenta un altro elemento decisivo che qualifica l’offerta legata all'outdoor, all'escursionismo e al cicloturismo»). Infine, l'eredità post olimpica, peculiare sotto l'aspetto dello sport. Infine, il dialogo ecumenico legato alla storia valdese e cattolica valorizzandone le risorse architettonico-storico-culturali legate allo spirito.

 

3. DIGITALIZZAZIONE

La digitalizzazione, con i benefici portati da una efficace copertura della rete e dei servizi ad essa collegati enormi benefici per imprese, occupazione e "lavoro agile". Il Pinerolese sarebbe sempre più appetibile contribuendo a ridurre l’inquinamento metropolitano e a creare nuove opportunità di lavoro in sede locale, estendendo la nuova tecnologia alla scuola e agli edifici pubblici.

 

4. SANITÀ DI PROSSIMITÀ

In ultimo, ma non per ordine di importanza, la pianificazione di una sanità di prossimità con l'informatizzazione dei servizi su un territorio vasto e dispersivo in aree montane, caratterizzato da crescente popolazione anziana con difficoltà logistiche e di spostamento. 

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino