Lunedì 12 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 17:09

Ferrovia Pinerolo-Torre Pellice: la posizione dei 5telle di Pinerolo

Ferrovia Pinerolo-Torre Pellice: la posizione dei 5telle di Pinerolo
Mercoledì 7 Aprile 2021 - 12:39

Dopo le polemiche sui rapporti tra amministrazione e alcuni esponenti del mondo ambientalista seguite all'intervista del sindaco di Pinerolo Luca Salvai, il Movimento 5Stelle di Pinerolo interviene sul tema della riattivazione della tratta ferroviaria Pinerolo-Torre Pellice. Tratta che come spieghiamo sull'edizione dell'Eco cartaceo oggi in edicola, è stata inserita tra i progetti che la Regione Piemonte proporrà al governo per intercettare i famosi finanziamenti europei. Si tratta di un progetto di fattibilità da 25 milioni di euro che verrà presentato il prossimo 19 aprile, commissionato appositamente dall'Unione montana Pinerolese al Politecnico di Torino (non è vero che quest'ultimo si sia espresso sulla convenienza economica ambientale del bus a idrogeno rispetto alla riapertura della tratta ferroviaria come affermato da alcuni amministratori della valle). Il Movimento 5Stelle nella lettera inviata all'Eco del Chisone spiega: «Abbiamo due strade di fronte: la prima è sederci attorno ad un tavolo e cercare di trarre il massimo beneficio per Pinerolo e Pinerolese da questa situazione, magari reinvestendo quanto risparmiato sul tratto Pinerolo – Torino e utilizzando al meglio il sedìme ferroviario abbandonato. La seconda è quella di innalzare le barricate e non tanto chiedere (quello lo abbiamo già fatto ripetutamente) ma obbligare la Regione a dare corso al punto contrattuale in questione. Anche nella consapevolezza che una volta dismessa l’infrastruttura è persa per sempre. Come? Probabilmente portando davanti ad un giudice l’accordo interno Regione - RFI  post contrattuale come lesivo degli interessi della comunità pinerolese. Senza, però, alcuna prospettiva temporale e di risultato. Le Associazioni Ambientaliste, nel loro ESSENZIALE ruolo di indirizzo e pungolo (lo diciamo senza ironia:molti di noi provengono dal mondo associativo nel quale torneranno conclusa l’esperienza amministrativa), ci spingono verso la seconda ipotesi. Strada legittima e percorribile, a patto di una condizione non sindacabile: che il Comune di Pinerolo non si trovi da solo in cima alla barricata ma che tutti i Sindaci. alla luce dei prossimi studi su possibili alternative alla ferrovia, prenderemo la decisione che sarà raccolta nel prossimo programma elettorale, visto il volgere alla conclusione del mandato amministrativo. La discussione è aperta, senza preclusioni ideologiche, in primis con le liste che insieme a noi sostengono la candidatura di Luca Salvai e poi con tutti i portatori di interesse istituzionali e non interessati facciano fronte comune». In allegato il documento completo dei 5Stelle di Pinerolo.

A.M.

Documenti correlati: 
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino