Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 15:54

Filippo Provenzano è il nuovo segretario di CNA Torino

Filippo Provenzano è il nuovo segretario di CNA Torino
Mercoledì 24 Marzo 2021 - 09:09

Dopo 23 anni sotto la guida di Paolo Alberti, CNA Torino ha un nuovo segretario provinciale. La direzione provinciale ha nominato Filippo Provenzano all'unanimità.

 

Una scelta che nasce inizialmente da una valutazione dello stesso Alberti e del Presidente in carica Nicola Scarlatelli che hanno individuato nella figura di Provenzano le competenze necessarie a guidare una struttura complessa qual è il sistema CNA Torino. Tale motivazione è stata alla base della volontà di mantenere nella stessa persona il doppio ruolo di Segretario della CNA Torino e Amministratore delegato di CNA Servizi Srl. Questa scelta ha trovato la piena condivisione della Presidenza di CNA Torino e successivamente l’unanimità nelle consultazioni con la Direzione provinciale. Prima dell'atto definitivo, Provenzano ha affiancato Alberti per alcuni mesi, un periodo prezioso per un efficace passaggio di consegne.

 

Filippo Provenzano ha 52 anni, è coniugato ed ha due figlie, di 15 e 18 anni. Ha iniziato a lavorare a 17 anni come tecnico elettromeccanico per poi diventare progettista di sistemi di automazione industriale in diverse Pmi torinesi, sino ad approdare alla Fata Automation. In tale azienda ha iniziato ad operare nell’ambito del sistema qualità diventando Responsabile Assicurazione Qualità in staff alla Direzione Generale. Ha poi operato per diversi anni prima come consulente free lance e successivamente come socio di una società di consulenza con altri giovani professionisti. Questa esperienza professionale l’ha portato a lavorare oltre che nel settore privato anche negli Enti pubblici conducendo con successo diversi progetti di certificazione Iso 9000. Tra questi si annovera la Provincia di Torino con cui ha collaborato sino al conseguimento della Certificazione Iso 9001 dell’Area Lavoro e Formazione Professionale. In tale Area ha continuato ad operare come consulente e successivamente come interno in varie funzioni: Formazione Professionale, Patti territoriali per lo sviluppo e politiche per il mercato del lavoro, assumendo la Responsabilità dell’Osservatorio sul Mercato del Lavoro. Nel 2006 è entrato in CNA Torino svolgendo diversi incarichi: Responsabile di CNA InProprio (Associazione dei lavoratori autonomi in regime di Partita Iva operanti nel settore dei servizi alle imprese e alla Pa), Responsabile dei Servizi per la Competitività quali Reti di impresa e Risorse umane. In questo quadro di attività si è occupato di relazioni concertative con gli Enti pubblici, anche a supporto di CNA Piemonte nei confronti della Regione Piemonte. Il percorso di studi lo ha svolto durante l’esperienza lavorativa, conseguendo il diploma di maturità tecnica e proseguendo il proprio percorso sino agli studi universitari in Scienze


<<Questo incarico avviene in un momento difficile per tutte le piccole imprese e i lavoratori autonomi - commenta Provenzano - ma la CNA con il senso di responsabilità che la contraddistingue e la rete di professionalità ed esperienze di cui è dotata sarà in grado di affrontarlo non solo nell’interesse dei propri soci ma dell’intero Paese. Abbiamo chiesto che le risorse del Recovery Found non vadano solo alle grandi imprese e alle multinazionali. CNA è un’associazione, ma è anche un’azienda: è con questa caratteristica ibrid che vinceremo le nuove battaglie che ci aspettano in favore di micro e piccoli imprenditori dell’artigianato, del commercio e dell’industria>>.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino