Martedì 1 Dicembre 2020Ultimo aggiornamento: 30/11/2020 - 18:40

Il Piemonte area rossa: queste le restrizioni in vigore da venerdì 6 novembre

Il Piemonte area rossa: queste le restrizioni in vigore da venerdì 6 novembre
Giovedì 5 Novembre 2020 - 17:42

Con il Decreto del Presidente del Consiglio Conte del 3 novembre l'Italia è stata divisi in tre fasce in base alla gravità della situazione sanitaria: gialla, arancione e rossa. 

Il Piemonte è stato inserito nella fascia rossa, quella a maggiore gravità e che di conseguenza comporta restrizioni maggiori. Partiranno da venerdì 6 novembre, ecco quali sono: 

SPOSTAMENTI

- È vietato ogni spostamento, anche all'interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute. Sono vietati gli spostamenti da una Regione all'altra e da un Comune all'altro. 

CHIUSURA ATTIVITÀ

- Sono chiusi bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L'asporto è consentito fino alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. 

- Chiudono anche i negozi fatat eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità

- Sono chiusi musei, mostre e teatri e cinema

- Sono chiusi palestre, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, anche nei bar e nelle tabaccherie.

- Restano aperte le edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barberi. Sono chiusi i centri estetici.

SCUOLA

- La didattica a distanza è alzata al 100% per le scuole superiori e per le classi seconde e terze delle scuole medie.

- Restano aperte solo le scuole dell'infanzia, le scuole elementari e le prime medie. 

SPORT

- Sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal Coni e Cip. Sono sospese le attività nei centri sportivi. 

- È consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione, all'aperto e in forma individuale.

TRASPORTI

- Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento fino al 50% della capienza. 

 

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino