Mercoledì 25 Novembre 2020Ultimo aggiornamento 16:38

A Perosa la 21ª rievocazione storica Poggio Oddone Terra di Confine, con la Fiera del Plaisentif

A Perosa la 21ª rievocazione storica Poggio Oddone Terra di Confine, con la Fiera del Plaisentif
Sabato 19 Settembre 2020 - 07:30

Sabato 19 e domenica 20 settembre l'associazione culturale Poggio Oddone ripropone a Perosa Argentina la sua rievocazione storica giunta alla 21ª edizione, con la Fiera del Plaisentif, l'attesissimo formaggio delle viole prodotto da 14 aziende agricole dell'Associazione produttori Plaisentif, secondo un rigido disciplinare.

 

SABATO 19

• Sabato 19, dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 9 alle 13, Caccia al tesoro presso le vetrine degli esercenti di Perosa. Per partecipare bisogna presentarsi in piazza Europa il sabato dalle 14 alle 16 e la domenica dalle 9 alle 11.

• Dalle 19, cena presso i ristoranti di Perosa Argentina.

• Alle 21 nella piazzetta di via Re Umberto antistante il parco Tron, serata dedicata a "Parole, suoni e fragranze per un tuffo nel passato": favole e racconti delle nostre valli a cura dell'associazione Poggio Oddone. La serata sarà annullata in caso di maltempo.

 

DOMENICA 20

• Dalle 9 alle 18, 21ª edizione della rievocazione storica "Poggio Oddone - Terra di Confine", e Fiera del Plaisentif, per le vie del paese con artigianato tipico e prodotti locali.

• Dalle 8 alle 13, mercato domenicale in piazza Terzo Alpini .

• Alle 10 Messa in costume nella chiesa parrocchiale con presentazione dei gruppi storici e distribuzione del pane benedetto, secondo l'antica tradizione della fiera di S. Michele.

• Dalle 10 alle 18 tra le bancarelle della fiera, nella zona del municipio, esposizione delle opere nate dal concorso "Io resto a casa ma..." indetto durante il lock down. L'Ecomuseo delle attività industiali di Perosa e Valli sarà presente con uno stand e l'associazione Poggio Oddone presenterà la storia del 1500 e 1600 con pannelli esplicativi. Massimo Bosco curerà un'esposizione sui sentieri "Dei due forti' e "Delle miniere". I gruppi "La teto aut" e "Descarpentas" animeranno la fiera con i loro suoni occitani.

•Dalle 9 alle 14 e dalle 17 alle 18,30 visita guidata ai rifugi antiaerei di via Roma 63. Prenotazione obbligatoria: 348 279.6415. Alle 10 visita botanica alla scoperta del parco Gay con il professor Giancarlo Bounous. Prenotazioni al 349 274.5983.

• La visita guidata alla civica galleria della Fisarmonica si terrà in Comune dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18.

• Alle 11 degustazione comparativa del Plaisentif con il Blu di vacca dell'azienda Bermond di Cesana, prodotto ospite 2020, a cura del prof. Zeppa della facoltà di Agraria dell'Università di Torino, e marchiatura della forme ad opera di Guido Tallone dell'Agenform di Moretta.

• Dalle 12,30 alle 13,30 in alternativa ai locali perosini potrà essere ritirato il pranzo "On the road" freddo da asporto, da prenotare in piazza Europa o chiamando il 333 856.0591.

• Alle 15,30 in via Chiampo, presso l'ex setificio, spettacolo itinerante "Nulla è come appare" a cura della compagna "Teatro e società" inserito nella rassegna "Paesaggi di S-Confine". Prenotazione obbligatoria al 392 290.6760. Costo 7 euro. Al termine, visita alla sede dell'Ecomuseo.

• Nel pomeriggio, presentazione del terzo step del "Sistema Plaisentif" promosso da Poggio Oddone con Cna e 16 esercenti e ristoratori del paese; si concluderà il teatro itinerante; saranno presentati i gruppi storici ospiti: infine saranno premiati il concorso 'Io resto a casa ma...' e la caccia al tesoro.

 

LA MOSTRA

I locali al pian terreno di Villa Willy, appena rinnovati in occasione di "Vini all'insù", torneranno ad ospitare una quarantina di opere di Giovanni Carena, tra sculture e quadri. Organizzata per scopi benefici dall'associazione Jambo Car con la famiglia dell'artista, l'esposizione artistica sarà quindi di nuovo visitabile a partire dal fine settimana di Poggio Oddone, sabato 19 e domenica 20 settembre, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 13,30 alle 19.

I principali destinatari della mostra sono sin dal primo allestimento gli alunni delle scuole, come ricorda il curatore Carlo Frascarolo: «Ho pensato, in accordo con Ilaria, la nipote di Carena, di collocare i quadri più in basso in alcune sale, in modo da fare una mostra a dimensione di bambino». L'intenzione è di mantenerla aperta al pubblico in tutti i fine settimana di settembre e di ottobre, e nei giorni infrasettimanali su prenotazione.

Foto in alto: la marchiatura del Plaisentif nel 2019. Fotografica Gariglio
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino