Lunedì 21 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 20:27

Pinasca: escursione nel vallone di Grandubbione alla scoperta di Masche e Framasun

Pinasca: escursione nel vallone di Grandubbione alla scoperta di Masche e Framasun
Venerdì 7 Agosto 2020 - 12:00

Domenica 8 agosto, l’associazione Lucas Imaging Events, in collaborazione con l’Amministrazione di Pinasca, propone il primo di due itinerari escursionistici personalizzati (in breve “Iep”) nel vallone di Grandubbione. Lucas ha puntato su tradizioni e leggende per questa visita nel polmone verde pinaschese ricco di storia e di cultura.

 

L'itinerario si addentra nei boschi verso il Tagliaretto e il Vallone di Grandubbione. Casa di ‘Masche’ (le streghe piemontesi) e ‘Framasun’ (misteriosi uomini che possedevano il “Libro del Comando”)».

 

La salita partirà, in piena conformità alle misure di sicurezza sanitaria, dal famoso “Ponte di Annibale” di Dubbione alle ore 17. Ad accompagnare i partecipanti ci saranno la guida locale Arianna Rabino e Ferruccio Clot, autore del libro “Le Masche e i Framasun - Racconti e leggende della fisica esoterica”. Il punto di arrivo sarà, dopo circa un’ora e mezza di camminata, la borgata Tagliaretto e il rifugio escursionistico Trattoria del Gallo al Sole». Seguirà una cena con menù dedicato e ampio impiego di prodotti a Km0. Poi toccherà all’attrice e storyteller Silvia Iannazzo intrattenere i partecipanti con una performance dedicata proprio alle streghe e alle presenze misteriose legate ai boschi in diverse culture e in diversi Paesi del mondo. «Il ritorno è previsto dopo lo spettacolo, in notturna, intorno alle ore 22.30. Per questo raccomandiamo di portare una pila frontale». 

Costo dello Iep: Euro 15, gratis per i bambini sotto i 6 anni. Iep più cena: Euro 35. Solo cena: Euro 25. Per info e prenotazioni: 340 280.6396.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino