Domenica 5 Luglio 2020Ultimo aggiornamento 15:07

"Rilanciamo Sestriere": «Misure di sostegno alle attività annunciate ma non deliberate»

"Rilanciamo Sestriere": «Misure di sostegno alle attività annunciate ma non deliberate»
Martedì 12 Maggio 2020 - 16:40

Il gruppo consiliare “Rilanciamo Sestriere” di Andrea Colarelli e Alberto Paleardi commentano la delibera della Giunta comunale sugli “interventi concreti” a sostegno di albergatori e commercianti annunciata con un comunicato dal vicesindaco Gianni Poncet: «L’unica cosa realmente approvata è il differimento della tassa di soggiorno per gli albergatori da maggio a settembre del pagamento», dichiarano i due consiglieri.


Prosegue il gruppo di minoranza, allegando il testo delle delibera del 30 aprile che si può leggere qui: «Per quanto riguarda l’eventuale riduzione della COSAP relativa ai mesi di chiusura delle attività si legge in delibera che per ora è solo un’intenzione e che “verrà quantificata con un successivo atto”. Per ciò che attiene invece  alle misure a sostegno dei commercianti, l’amministrazione “si riserva di adottarle” solo dopo che “saranno resi noti gli aiuti governativi”, quindi non è detto che si facciano, e come minimo se ne parlerà non prima di luglio. In pratica le misure a favore di negozianti, ristoratori, albergatori, maestri di sci ecc. sono ancora molto incerte, tutte da elaborare ma soprattutto ancora da quantificare. Allora ci chiediamo, a cosa serve una delibera che fa solo annunci e non decide nulla?».

 

In realtà la delibera stessa spiega in parte questa mancanza di dettagli che rendano concreta, per il momento, l'agevolazione: «Un intervento che il Comune si riserva di adottare - si legge in delibera - a sostegno delle attività commerciali, non appena verranno resi noti i provvedimenti che anche il Governo ha annunciato di voler adottare in termini di dilazione di versamento delle entrate locali».

 

Paleardi e Colarelli segnalano invece che sul sito del Comune sono già state confermate le stesse aliquote Imu dell'anno scorso: «Nonostante le nostre proposte di riduzione delle aliquote presentate in consiglio comunale specialmente per andare incontro alle attività commerciali, Poncet e la sua maggioranza anche in questo difficile momento hanno deciso di farci pagare l’IMU per intero. Unica nota positiva - concludono - il recepimento di quanto deciso in sede di Unione dei comuni in merito alla realizzazione facoltativa di “nuovi” dehor esenti da tassazione per i primi due anni».


 

Foto Archivio Ezio Romano
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino