Domenica 5 Luglio 2020Ultimo aggiornamento 15:07

Sindone: preghiera straordinaria sabato Santo alle 17 in diretta tv e sui social

Sindone: preghiera straordinaria sabato Santo alle 17 in diretta tv e sui social
Venerdì 10 Aprile 2020 - 10:32

Una venerazione straordinaria quella decisa dall'arcivescovo di Torino, Mons. Nosiglia: "Migliaia e migliaia sono i messaggi che mi pervengon dalla gente, anziani, adulti, giovani, sani e malati per chiedermi che nel momento di grave difficità che stiamo attraversando si possa pregare durante questa Settimana Santa davanti alla Sindone per impetrare da Cristo morto e risorto, che il sacro telo che ci presenta in modo così concreto, chiedere veramente a lui la grazia di vincere il male come  egli ha fatto nella sua Croce, confidando nella bontà e misericordia di Dio. Volentieri ho accolto questa richesta", da dichiato il 4 aprile.

Domani, sabato santo, a partire dalle 17 Mons. Nosiglia presiederà una lunga preghiera davanti alla Sindone. Il telo non sarà esposto, ma rimarrà piegato nelal sua teca.

Ci sono già state diverse ostensioni televisive, a cominciare da quella voluta dal card. Pellegrino nel 1973. Le grandi ostensioni pubbliche si sono tenute nel 1978, 1998, 2000, 2010.  Nel 2013 andò in televisione, sempre nel giorno di Sabato Santo, una speciale ostensione indirizzata ai malati e ai giovani. In quell’occasione papa Francesco fu presente con il videomessaggio in cui invitava a «lasciarsi guardare», farsi interrogare da quel Volto, e dai significati che esso comunica. L'ultima ostensione risale al 2015: durò 67 giorni e chiamò a Torino oltre due milioni di fedeli provenienti da 167 Paesi del mondo.

È la prima volta, però, che la Sindone «sbarca» nel mondo dei social.

La preghiera straordinaria davanti alla Sindone viene trasmessa in diretta Tv su Rai 3 nazionale dalle 16,55 alle 17,30 e su TV2000. Sui social pagine Facebook "Sindone 2020".

Contenuti correlati: 
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino