Sabato 7 Dicembre 2019Ultimo aggiornamento 13:07

Un po' di alta pressione e primi caldi estivi!

Un po' di alta pressione e primi caldi estivi!
Lunedì 15 Maggio 2017 - 13:38

Per la gioia di molti, questo mese di maggio concederà un periodo con tempo stabile e soleggiato e valori termici quasi estivi, a partire da domani e fino alla prima parte della giornata di mercoledì. Un periodo non molto lungo in effetti, che sarà probabilmente seguito dal progressivo ritorno a condizioni instabili se non a tratti perturbate, con altra aria fresca in arrivo nel prossimo weekend.
Nulla però di così strano, l’alternanza continua tra periodi più stabili ed altri molto meno fa parte del classico comportamento del mese di maggio nelle nostre zone.

Intanto cerchiamo di godere di questi 2-3 giorni (seppur feriali) caratterizzati dall’espansione di un promontorio anticiclonico africano verso buona parte dell’Europa occidentale, in particolar modo Spagna e Francia ed in misura minore i versanti italiani occidentali.
Se nella giornata di domani vi sarà ancora una residua circolazione di aria più fresca in quota, soprattutto nelle regioni orientali, tra martedì e mercoledì l’influenza della massa d’aria calda e stabile in quota di origine africana darà il suo massimo sforzo, portando le temperature massime in pianura sopra i 25 gradi e le minime sopra i 15 gradi; senza contare ovviamente il rialzo dello zero termico fin verso i 4000 metri di quota.

Dopo aver raggiunto la sua migliore performance tra martedì e mercoledì, l’anticiclone tenderà velocemente a perdere forza, col contemporaneo deciso affondo sull’Europa occidentale di una saccatura depressionaria atlantica.
Essa favorirà un graduale inserimento verso il Piemonte di venti in quota più umidi ed instabili da SW, a partire dal pomeriggio di mercoledì quando aumenterà nettamente l’instabilità con la formazione dei primi rovesci o temporali. Ecco la cartina che mostra i rovesci previsti sui monti nel tardo pomeriggio di mercoledì, con un possibile coinvolgimento delle zone pedemontane e di pianura adiacenti verso sera:

 

 

La giornata di giovedì vedrà una maggior influenza delle correnti umide ed instabili da SW, con molte nubi e rovesci possibili per tutta la giornata, in attesa di un probabile peggioramento più serio nel corso di venerdì.

 

Lunedì 15 maggio: cielo generalmente sereno o poco nuvoloso, con un po’ di nuvolosità di tipo cumuliforme in formazione sui monti e forse alcune deboli precipitazioni molto localizzate in veloce spostamento verso sud. Ancora un po’ d’aria fresca in quota, pertanto lo zero termico rimarrà ancora sotto i 3500 metri; in pianura i valori massimi potranno localmente toccare i 25 gradi, mentre quelli minimi si attesteranno poco sopra i 10 gradi.

 

Martedì 16 maggio: cielo generalmente sereno o a tratti velato per nubi alte in transito. Nuvolosità cumuliforme in formazione sui monti nel pomeriggio, ma con bassissima probabilità di fenomeni isolati, in veloce dissolvimento in serata. Caldo in aumento, con lo zero termico in salita verso i 4000 metri e temperature massime in pianura diffusamente sopra i 25 gradi (punte vicine ai 30 gradi), mentre le minime aumenteranno portandosi intorno ai 15 gradi.

 

Mercoledì 17 maggio: cielo poco nuvoloso nella prima parte della giornata, con un po’ di nubi basse al mattino in pianura in rapido dissolvimento prima di pranzo. Nel pomeriggio rapido aumento della nuvolosità cumuliforme sui monti, che evolverà in rovesci o temporali sparsi con l’intenzione di estendersi verso le zone pedemontane e di pianura adiacenti entro sera. Nubi e precipitazioni sparse dovrebbero poi insistere per tutta la sera. Temperature minime stazionarie intorno ai 15 gradi, massime in leggero calo con solo alcune punte superiori ai 25 gradi.

 

Giovedì 18 maggio: cielo molto nuvoloso o coperto in mattinata, con residue precipitazioni sparse. Parziale diradamento della nuvolosità nelle ore centrali della giornata, con sprazzi di sole, ma subito dopo rapida formazione di nubi cumuliformi sui monti che evolveranno in altri rovesci e temporali sparsi, in successiva espansione verso la pianura (non esclusi fenomeni violenti localizzati). La situazione rimarrà poi immutata per l’intera serata. Temperature minime in aumento, con valori di poco inferiori ai 20 gradi e possibile leggera sensazione di afa; massime stazionarie o in leggero calo, difficilmente superiori ai 25 gradi.

Articolo a cura di Meteo Pinerolo