Domenica 17 Novembre 2019Ultimo aggiornamento 12:50

Travolto da una scarica di sassi, alpinista francese muore sul Monviso

Travolto da una scarica di sassi, alpinista francese muore sul Monviso
Domenica 21 Agosto 2016 - 12:34

Un alpinista francese di 58 anni, residente a Sète nei pressi di Marsiglia, è morto questa mattina intorno alle 8.30 lungo la via normale di salita al Monviso che stava affrontando in solitaria. L'allarme è stato lanciato da due alpinisti che si trovavano lungo lo stesso itinerario e che hanno visto l'uomo precipitare probabilmente a causa di una scarica di sassi che lo ha colpito all'altezza del passaggio dei Furnei, 3700 metri di quota circa. L'operatore della Centrale del Soccorso alpino e speleologico piemontese ha immediatamente inviato sul luogo l'elicottero del 118 con a bordo il tecnico di elisoccorso del Sasp, medico e infermiere. Tuttavia i traumi riportati durante la lunga caduta sono stati fatali all'alpinista francese, nonostante indossasse correttamente il casco. Precipitando, l'uomo ha perso lo zaino con dentro i documenti utili per il riconoscimento. In attesa della rimozione della salma, l'elicottero è sceso a Casteldelfino dove ha  prelevato due operatori Sasp incaricati di cercare i suoi averi. Scandagliando le rocce in prossimità del luogo dell'incidente, lo zaino contenente la patente di guida dell'alpinista è stato trovato e in seguito si è saputo che la sua carta di identità era custodita presso il Rifugio Quintino Sella dove l'uomo aveva pernottato e dove sarebbe ripassato in seguito all'ascensione. 

pa. pol.