Domenica 25 Ottobre 2020Ultimo aggiornamento: 24/10/2020 - 19:29

Eliski: l'appello dell'Uncem per una normativa armonizzata sull'arco alpino

Eliski: l'appello dell'Uncem per una normativa armonizzata sull'arco alpino
Venerdì 27 Marzo 2015 - 17:46

Dopo la tragedia avvenuta stamattina sulle montagne della val Thuras, e in generale dopo un anno particolarmente tragico nelle aree montane, l'Uncem (Unione dei Comuni e degli enti montani) è tra i primi a invitare tutti alla massima attenzione alle indicazioni degli esperti e delle associazioni e a evitare fuoripista.

L'uncem esprime anche «profondo cordoglio per le persone che hanno perso la vita travolte da una slavina oggi a Cesana Torinese. Un bilancio gravissimo in un anno funestato da molti, troppi, incidenti, causati da un improvvido rapporto con la montagna, unito probabilmente a una sottovalutazione dei rischi».

Piste ancora affollate, temperature in innalzamento e relativo stato della neve fuori pista rendono questo periodo particolarmente delicato e carico di rischi. «Non spetta certamente a Uncem attribuire responsabilità, neppure dopo questo ennesimo incidente - comunica Uncem - ma lo ripetiamo da anni: la montagna non è un parco giochi, non è l’appendice ludica della città, non va sottovalutata per conformazione, necessità, rischi, condizioni».

Pur riconoscendo che l’economia della neve in un distretto alpino come quello delle montagne olimpiche è fondamentale e ha numeri che sfidano la crisi, in crescita, Uncem pone l'accento in particolare su «un uso improprio di diversi mezzi tecnici il cui impiego dovrà essere opportunamente normato e rianalizzato alla luce di queste tragedie. Sull’eliski il dibattito tra favorevoli e contrari prosegue da diversi anni, è stato condotto anche di fronte alla giustizia amministrativa con ricorsi e controricorsi sulle leggi. Vi è inoltre uno stato diverso di uso nelle regioni italiane. Serve un’armonizzazione nelle politiche per la montagna a livello nazionale, intellettualmente onesto e collegato a quanto avviene in Europa lungo tutto l’arco alpino».

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino