A Pinerolo il presidio contro i forconi contesta il sindaco: «Non garantita la legalità»

Mercoledì 11 Dicembre 2013 - 10:25

Il sindaco e il vice sindaco di Pinerolo sono scesi tra i manifestanti davanti al Municipio. Si è aperto un serrato confronto con il presidio che chiede la fine dei blocchi dei forconi. Gli animi si sono subito surriscaldati con accuse dirette al sindaco di non essere in grado di gestire la situazione. La richiesta è di porre fine immediatamente ai blocchi e di consentire a tutti i cittadini di circolare liberamente per la città e di mettersi a capo di un corteo che affronti i forconi alle rotonde. Il sindaco ha risposto: «La nostra priorità è quella di evitare lo scontro e la violenza, anche se siamo consapevoli che in questo momento la legalità non è garantita».

Contenuti correlati: 
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.
Paola Molino