Sabato 31 Ottobre 2020Ultimo aggiornamento 12:43

Fiamme gialle: abbigliamento "contraffatto" consegnato ai bisognosi

Fiamme gialle: abbigliamento "contraffatto" consegnato ai bisognosi
Venerdì 22 Marzo 2013 - 11:26

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Pinerolo hanno conegnato all’Associazione “Centro come Noi S. Pertini” (facente capo al Sermig) ed alla ONLUS “società per gli Asili Notturni Umberto I”, oltre 17.000 capi di abbigliamento nuovi  (l'equivalente di 8 containers): giacche a vento, piumini, maglioni, pantaloni e t-shirt, sottratti al commercio illegale prima che fossero apposti i marchi falsi. La merce era stata sequestrata dai finanzieri di Pinerolo nel 2008 nel corso di operazioni di servizio a contrasto della contraffazione conclusesi con la condanna dei responsabili a pene oscillanti da un anno ad un anno e cinque mesi di reclusione e con l’irrogazione di migliaia di euro di multa. Il  Tribunale di Pinerolo, su proposta della Gdf, aveva disposto la confisca degli indumenti e la loro distruzione, salva la possibilità di devolvere in beneficienza quelli privi dei marchi. 

(Nella foto il comandante della Gdf di Pinerolo, Roberto Ravazza, con alcuni operatori delle associazioni cui è stato destinato il materiale)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino