Venerdì 20 Settembre 2019Ultimo aggiornamento 19:44

Subito la nuova discarica o sarà emergenza

Accordo nella Conferenza dei servizi, i lavori potrebbero iniziare a gennaio
Mercoledì 7 Dicembre 2011 - 00:00

La discarica del Torrione si allargherà di un altro po'. La Conferenza dei servizi di martedì 29 novembre ha infatti trovato l'accordo per dare il via libera all'ennesimo ampliamento. Dovrebbe essere l'ultimo in vista dell'apertura del termovalorizzatore del Gerbido che ne determinerà finalmente il pensionamento.
Il sito che modifica lo skyline alle porte di Pinerolo non subirà ulteriori innalzamenti, ma si estenderà in direzione opposta rispetto alla tangenziale, ovvero verso il Chisone, rispettando però le fasce di esondazione, su una superficie sufficiente ad ospitare 187mila tonnellate di rifiuti. In realtà si tratta di una vera e propria nuova vasca di contenimento che però non raggiungerà le altezze di quelle esistenti. L'autorizzazione, se non ci saranno intoppi, dovrebbe arrivare entro la fine dell'anno o inizio 2012. I tempi infatti sono strettissimi, poiché le aree di smaltimento attualmente in uso sono in via di rapido esaurimento; si tratterebbe di una questione di poche settimane, dopo di che si rischia di entrare in emergenza, tant'è che l'azienda Acea, per non perdere nemmeno un minuto, ha già provveduto a svolgere l'appalto per l'assegnazione dei lavori. Il terreno asportato verrà messo da parte e utilizzato per ricoprire le vecchie discariche. La Conferenza dei servizi ha inoltre trovato l'accordo anche per la realizzazione della viabilità alternativa, il che consentirà ai camion del servizio rifiuti di non attraversare le strade cittadine del quartiere Le Macine. In questo modo si conclude il difficile iter iniziato circa cinque anni fa.