Giovedì 28 Maggio 2020Ultimo aggiornamento 0:11

Quei volontari temerari dell'elisoccorso

Il recupero di alpinisti in vetta fatto a proprio rischio e pericolo
Mercoledì 28 Settembre 2011 - 00:00

Il soccorso in alta montagna è cambiato radicalmente nella forma e nella sostanza, dalle diverse ore che impiegavano i fratelli Perotti per soccorrere a spalle un ferito, ai pochi minuti attuali con l’ausilio dell’elicottero.
Il servizio si chiama Hems e in Italia è nato all’inizio degli Anni '80, esso è svolto da compagnie private che si aggiudicano gli appalti regionali. Per il Piemonte attualmente il servizio è garantito dalla società Airgreen Srl con sede a Robassonero e Cafasse, operante con 20 elicotteri dalle basi di Alessandria, Torino, Aosta e Cuneo-Levaldigi, che è la base operativa per gli interventi sul Monviso. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L’Eco del Chisone: con l’emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo i insieme ce la faremo.

Paola Molino

Sostieni L'Eco, abbonati