Lunedì 19 Aprile 2021Ultimo aggiornamento: 17/04/2021 - 23:35

Nichelino: il testamento biologico andrà in Consiglio

Pd spaccato, prevale una risicata maggioranza del partito
Martedì 29 Marzo 2011 - 17:10

NCIHELINO - L’istituzione di un registro per il testamento biologico ha diviso il Pd. Riunione di direzione infuocata lo scorso martedì sera a Nichelino. Il documento, presentato dal consigliere comunale Fabio Salerno e discusso con la segreteria del partito, è passato alla conta dei voti, ma non senza difficoltà. Sono usciti dalla sala i Popolari vicini all’assessore all’Urbanistica Franco Fattori. Lo stesso Fattori non rilascia dichiarazioni. Non mancano però strascichi polemici. Spiega Salerno: «Ringrazio il presidente Alessio Ricci e il segretario Angelo Auddino: hanno organizzato il partito in gruppi tematici e quello che si occupava del testamento biologico mi ha invitato a relazionare. Voleva essere una discussione sull’istituzione di un registro comunale a cui i cittadini potranno affidare la loro volontà sui trattamenti sanitari da ricevere, quando non si sia più in grado di intendere e volere». Una questione di libertà e di civiltà per il consigliere: «Mi spiace che i Popolari l’abbiano presa come una strumentalizzazione e non abbiano dato il loro contributo alla discussione».

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino