Pinerolo: nel centro storico commercio in apnea e poca sicurezza

Il centro storico è in apnea. Elegante e raffinato nelle ristrutturazioni dei privati (vedi Casa del vicario), lancia segnali di sofferenza dal punto di vista del commercio.
Sette "Affittasi" soltanto in via Trento, quattro vetrine vuote in via del Duomo e tanta desolazione sotto i portici di piazza S. Donato e nell'ultima parte di via del Pino verso piazza Marconi. C'è chi si sposta e chi prova a resistere, chi chiude e chi tenta una nuova avventura. Il problema è che tra i consumatori mancano i soldi e manca persino lo struscio, utile a convincere anche i più refrattari all'acquisto.
Il commercio nel centro storico è fatto di storie, persone, affitti da pagare che da trimestrali diventano mensili, investimenti in nuove proposte e fondi di magazzino. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino