Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 17:26

Pinerolo: confusione ministeriale per l'ex-caserma Bochard

Dovremo accontentarci della cascina al Galoppatoio di Baudenasca
Martedì 15 Giugno 2010 - 15:49

Doccia fredda sull'ambizione dell'Amministrazione comunale di riuscire finalmente a risolvere l'annoso problema del passaggio dei beni dismessi dal ministero della Difesa alla città. Venerdì sono giunti in municipio da Roma i funzionari dell'Agenzia del demanio che agiscono su mandato del ministero, per dire che dei progetti messi in campo per ora non se ne fa nulla o quasi. E pensare che l'appuntamento era stato fissato in precedenza a ben altro scopo, ovvero per siglare il protocollo d'intesa con il Demanio che avrebbe permesso di inserire i quattro immobili richiesti dal Comune nel famoso e ambito elenco dei beni dismessi, sulla base della legge sul federalismo demaniale. Gli immobili in questione, ricordiamo, sono la caserma Bochard di viale Cavalieri d'Italia, l'ex-Scuola di mascalcia e l'Infermeria del cavallo nei pressi della Stazione di Pinerolo e Cascina Villafranca nell'ex-Galoppatoio di Baudenasca.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino