Giovedì 12 Dicembre 2019Ultimo aggiornamento 10:52

Teleriscaldamento, parte seconda

Nichelino, lunedì 15 iniziano i lavori
Mercoledì 10 Marzo 2010 - 18:02
Le date e le vie interessate, possibili disagi

NICHELINO - Parte lunedì 15 marzo la seconda fase dei lavori di posa delle tubazioni del teleriscaldamento, dopo una sosta decisa dal Comune per non gravare sui negozianti durante le feste natalizie. Il "via" alla seconda fase dei lavori arriva al termine di una serie di incontri con le Amministrazioni condominiali che, dopo una riserva iniziale, hanno deciso in gran parte di aderire al nuovo sistema energetico. Si comincia in via Galvani (il periodo di durata del cantiere sarà dal 15 al 26 marzo) e in via Antonelli (15 marzo-12 aprile); quindi toccherà a via Milano (22 marzo-6 aprile), via Costa (24 marzo-9 aprile), via Cuneo civici 48-57 (29 marzo-30 aprile, diviso in due fasi). Il 6 aprile il cantiere si trasferirà in via Rossini (6 aprile-31 maggio, diviso in due fasi), poi in via XXV Aprile (12 aprile-8 maggio), in via Genova (19 aprile-8 maggio), in via Micca (26 aprile-7 maggio) e via Torino fino all’incrocio con Polveriera (26 aprile-18 maggio). Il 3 maggio partirà la terza parte del cantiere riguardante via Cuneo (dal 3 al 26), poi il 18 maggio la seconda parte del cantiere di via Torino (dal 18 al 14 giugno). La terza fase del cantiere di via Torino sarà avviata dal 3 giugno fino al 25 luglio.

Dallo scorso novembre è stato aperto in municipio lo sportello informativo della società "Nichelino Energia" (di cui fa parte la Città di Nichelino) che risponde alle domande riguardanti il teleriscaldamento fornendo informazioni su come allacciarsi al servizio e sulle strade interessate dall’avanzamento del cantiere.

Lo Sportello è nell’ufficio dell’assessore alle Politiche residenziali Raffaele Riontino, palazzo comunale, piazza Di Vittorio, apertura 15-17, il primo e il terzo mercoledì del mese. Negli orari di chiusura dello sportello, informazioni al numero verde gratuito di "Nichelino energia" 800.199.911.

Durante il periodo dei lavori, così come era già successo durante la prima tranche dell’opera, si potranno verificare disagi alla viabilità per le strade interessate dai cantieri, con chiusure totali o parziali delle vie e deviazioni di traffico.