Se ci sono pochi pesci è colpa dei cormorani

Il 28 anche nel Pinerolese apertura alla trota

Di classico c'è l'apertura alla pesca alla trota, l'ultima domenica di febbraio. Di eccezionale, invece, l'azione predatoria degli uccelli, cormorani in primo luogo e pure aironi, andati a fare autentiche "razzie" del pesce (produzione importante degli incubatoi locali) lungo le aste principali di Chisone e Pellice. La Provincia ha così autorizzato delle immissioni graduali di esemplari adulti. Resta centrale la questione: come generare situazioni di ecosistema più favorevoli alle presenze ittiche? Monitorando gli interventi in alveo e attuando interventi di ingegneria naturalistica. Altrove si è giunti a piani di contenimento numerico dei cormorani.

di A. Peinetti
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino