Gli agricoltori s'interrogano e si dividono

Il presidente della Confagricoltura, Vecchioni, boccia le strategie della Coldiretti
A Cavour durante l'assemblea provinciale del sindacato - «Ogm, perché no?»

Sarà perché si sente aria di campagna elettorale o forse perché la crisi è dura anche per gli agricoltori, ma a Cavour, il presidente della Confagricoltura, Vecchioni, non si è risparmiato nelle provocazioni in un'area come il Pinerolese tradizionalmente vicina alla Coldiretti. Affermazioni destinate a dividere il mondo dell'agricoltura.

Vecchioni, dopo aver denunciato il crollo del fatturato anche in agricoltura, pur in presenza di una timida ripresa delle esportazioni, ha bocciato le politiche promosse dall'altro importante sindacato dei coltivato. Ha toccato un po' tutti i tasti delicati a partire dall'eterno problema degli Ogm, affermando che mentre in Italia si proibiscono, entrano tranquillamente nei prodotti importati. Bocciatura secca per la filiera corta, cavallo di battaglia di Chiabrando & C.: «Non è con queste politiche che si salva l'agricoltura».

di Manuela Miè

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino