Lunedì 8 Marzo 2021Ultimo aggiornamento 15:01

Capodanno a braccia incrociate

Il 31 sciopero al call center Telegate di Torino
Venerdì 23 Aprile 2010 - 12:16
Posto a rischio per 450 dipendenti anche del Pinerolese

È stato un S. Silvestro particolare quello dei lavoratori del call center Telegate, con sede a Torino presso il Lingotto; lo sciopero di 24 ore, cominciato alle 17 del 31 dicembre e terminato il 1º gennaio alla medesima ora, ha visto un’altissima adesione.

Lo sciopero era stato indetto in seguito alla notizia della cessione del call center da parte di Seat Pagine gialle (proprietaria della filiale italiana di questo call center tedesco) ad una nuova società (al momento in pole position pare esserci la torinese Contacta), cessione di cui i lavoratori hanno saputo soltanto attraverso i giornali poco prima dello scorso Natale.

Sono circa 450 i dipendenti del call center torinese (e tra essi almeno una quarantina fanno parte del territorio di diffusione de "L’Eco"), assunti a tempo indeterminato con contratto da impiegati di quarto livello nel settore metalmeccanico.

Simone Lorenzati (continua)
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino