Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 15:54

Previsioni 5-7 marzo: nuovo afflusso (moderato) di aria fredda da est

Previsioni 5-7 marzo: nuovo afflusso (moderato) di aria fredda da est
Venerdì 5 Marzo 2021 - 11:41

Altro weekend, altra dose di aria fredda… Dopo il modesto afflusso di aria più fredda da est tra sabato e domenica scorsi, che aveva posto fine alla mitezza anomala di fine febbraio, nel corso di domani arriverà un’altra irruzione di aria fredda da est sulle nostre zone, più intensa rispetto a quella precedente ma senza il ritorno a condizioni invernali; la possibilità di un vero e proprio colpo di coda invernale (evento abbastanza usuale nella prima metà di marzo) era presente nei giorni scorsi, ma alla fine una massa d’aria molto fredda di origine artica andrà ad interessare direttamente l’Europa orientale fino ai Balcani, col ritorno a condizioni prettamente invernali.

I venti da est, che inizieranno a soffiare sul pinerolese dalla prossima notte e saranno più sostenuti tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio di domani, porteranno anche nubi e precipitazioni soprattutto a ridosso dei rilievi, con qualche fiocco di neve fin anche sotto i 1000 metri. Il tempo tenderà a migliorare in modo parziale nella giornata di domenica con la cessazione della ventilazione orientale, ma nuovi disturbi giungeranno, soprattutto in serata, per l’avvicinamento di una debole perturbazione mediterranea.

La giornata di oggi sarà caratterizzata da cielo poco nuvoloso o a tratti parzialmente nuvoloso, per l’avvicinamento di una debole perturbazione dal centro Europa che però si dissolverà non appena raggiunte le Alpi (sarà però l’apripista per le correnti fredde da est). Ventilazione ancora debole od assente, con ristagno di inquinanti in pianura. Temperature massime intorno ai 15 °C.

La giornata di domani vedrà già prima dell’alba un rinforzo della ventilazione da est in pianura, con nuvolosità in rapido aumento e precipitazioni deboli o localmente moderate soprattutto a ridosso dei rilievi (neve oltre gli 800-1000 metri con qualche fiocco anche più in basso) . Le nubi saranno più compatte e le precipitazioni più estese ed intense tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio, col contemporaneo rinforzo del vento le cui raffiche potranno toccare i 30/40 km/h. Fenomeni più sporadici, o addirittura assenti, sui rilievi al confine con la Francia. Parziale miglioramento in serata con fenomeni più deboli e molto più isolati, ma copertura nuvolosa ancora rilevante. Temperature minime intorno ai 5 °C in pianura e sugli 0 °C a 800-1000 metri; massime in netto calo, con valori poco superiori ai 5 °C in pianura e zero termico intorno ai 1000 metri.

La giornata di domenica seguiterà ad essere caratterizzata da nuvolosità più o meno compatta, ma con la possibilità di alcune parziali ed effimere schiarite soprattutto nelle ore centrali della giornata. Nubi ulteriormente compatte in serata, con qualche debole precipitazione sparsa possibile sui monti. Temperature minime circa stazionarie, con valori intorno ai 5 °C in pianura; massime in lieve aumento, con valori intorno o poco inferiori ai 10 °C.

Il moderato peggioramento tra stanotte ed il primo pomeriggio di domani dovrebbe portare alcuni mm di pioggia in pianura, soprattutto a ridosso dei rilievi, ed una spruzzata di neve (o al massimo pochi cm) sui monti più vicini in linea d’aria alla pianura, come evidenziato nella sottostante mappa con la stima degli accumuli complessivi previsti entro domenica sera:

Articolo a cura di Meteo Pinerolo

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino