Versavano scarti di lavorazione della pietra nei torrenti di Barge e Bagnolo

Versavano scarti di lavorazione della pietra nei torrenti di Barge e Bagnolo
Venerdì 15 Gennaio 2021 - 10:44

Acqua di colore bianco e con materiale simile alla pietra nei torrenti di Barge e Bagnolo: è quanto numerosi cittadini hanno segnalato ai carabinieri forestali della stazione locale. Dopo opportuni sopralluoghi, effettuati in collaborazione con l’Arpa di Cuneo, con la Polizia Locale della Provincia di Cuneo e del Comune di Barge, gli agenti hanno individuato, come origine delle problematiche, alcuni siti di cava e magazzini di lavorazione della pietra che riversavano nel rio Secco, Infernotto e Chiappera scarti di lavorazione. Tre ditte titolari di attività estrattive sono state recentemente segnalate all’Autorità Giudiziaria per illecita gestione dei rifiuti aziendali e per la mancanza di adeguate autorizzazioni per quanto riguarda gli scarichi e la gestione delle acque tecnologiche. Sono state fatte anche alcune sanzioni amministrative, per un importo complessivo di oltre 21mila euro.

pa. pol.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino